MARE E MONTAGNA:STRATEGIA CONTRO RISCHI CLIMATICI IN ABRUZZO


Un workshop dedicato ai cambiamenti climatici e alle azioni che la Regione Abruzzo intende intraprendere alla luce della partecipazione alla Conferenza Onu sul clima di Parigi. E’ l’importante appuntamento in programma il prossimo 17 dicembre 2015 nella Sala Rossa del dipartimento di Archiettura dell’università d’Annunzio in viale Pindaro a Pescara. L’evento, organizzato in collaborazione con il CDCA – Centro Documentazione Conflitti Ambientali e CLIMALIA, il Dipartimento di architettura dell’università d’Annunzio di Pescara e l’Ordine degli Architetti di Pescara, sarà presentato nella conferenza stampa prevista per mercoledì 16
alle ore 11.30 nella sala blu della Regione Abruzzo, in viale Bovio a Pescara.

“La Regione Abruzzo, il cui territorio è caratterizzato dalla più alta diversità climatica dell’Italia peninsulare e dunque da una elevata vul¬nerabilità agli impatti dei cambiamenti climatici – spiega il Sottosegretario alla Giunta regionale, con delega all’Ambiente, Mario Mazzocca – si è impegnata a varare in tempi brevi il Piano Regionale di Adattamento ed ha avviato successivamente il processo per la stesura del profilo climatico regionale, propedeutico al Pacc, e per l’organizzazione del processo partecipativo previsto per la sua elaborazione, affidandone il coordinamento al Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in collaborazione con la società di consulenza Climalia. Il nostro intento è quello di creare una collaborazione attiva tra le istituzioni e i diversi soggetti economici e sociali, facendo conoscere alla cittadinanza e ai media i rischi ambientali, sociali, sanitari ed economici connessi ai cambiamenti climatici e l’importanza dell’elaborazione, a livello locale, di piani di adattamento utili a ridurne l’impatto”.

La giornata del 18 vedrà l’intervento di relatori esperti provenienti, tra l’altro, dalle istituzioni nazionali coinvolte. Nel corso del convegno l?ANCI Abruzzo illustrerà i risultati del progetto a valere sull’attività II.1.3. del POR-F.E.S.R. 2007-2014, sull’animazione, sensibilizzazione e promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico, strettamente connesso allo stato d’avanzamento del Patto dei Sindaci

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24