MONTESILVANO. CONTINUA L’ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E REPRESSIONE DA PARTE DEI CARABINIERI, ARRESTATI DUE SOGGETTI TROVATI IN POSSESSO DI INGENTE QUANTITATIVO DI STUPEFACENTE

Proseguono costanti ed intensificate le operazioni dei militari dell’Arma dei Carabinieri nel Comune abruzzese volte al contrasto ed alla repressione delle attività illecite.

Durante la settimana appena trascorsa infatti, sono state svolte da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Montesilvano, delle mirate attività di polizia giudiziaria volte alla repressione dei reati in genere con particolare attenzione posta sul traffico illecito delle sostanze stupefacenti immesse nel territorio.

Tali servizi effettuati dai militari della Compagnia Carabinieri di Montesilvano, hanno consentito di individuare e contestualmente trarre in arresto una donna cl. 2001 e residente a Castilenti (TE) la quale dovrà rispondere del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

In particolare durante l’espletamento di specifico servizio volto al controllo della circolazione stradale con particolare riguardo all’individuazione di eventuali “corrieri della droga”, i Carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Montesilvano procedevano al fermo ed al successivo controllo di una FIAT 500 che avanzava a velocità sostenuta all’altezza del confine del Comune di Cappelle sul Tavo (PE). Nella circostanza i militari, fortemente insospettiti dall’atteggiamento nervoso ed agitato assunto dalla donna, decidevano di procedere con una perquisizione veicolare che si concludeva con esito positivo in quanto, all’interno dell’abitacolo, venivano rinvenuti due pacchi fasciati con del nastro adesivo marrone i quali contenevano della sostanza stupefacente del tipo hashish per un totale complessivo di 2 kg.

Alla luce delle risultanze investigative acquisite la donna veniva dichiarata in stato di arresto ed in sede di udienza il Giudice convalidava l’arresto dei Carabinieri applicando contestualmente nei confronti dell’imputata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza.

Inoltre, sempre nell’ambito dello svolgimento dei predetti servizi antidroga che hanno visto come protagonisti ancora una volta i militari del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Montesilvano, veniva tratto in arresto un soggetto cl.90 residente ad Elice il quale dovrà rispondere del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Nello specifico, i militari operanti, avendo il forte sospetto che l’uomo potesse detenere all’interno della propria abitazione della sostanza stupefacente, decidevano di pianificare e successivamente svolgere dei servizi dedicati di osservazione al fine di comprendere eventuali movimenti illeciti posti in essere dal medesimo.

Effettivamente l’attività di Polizia Giudiziaria dava i suoi frutti infatti gli stessi, decidevano di fare irruzione all’interno dell’abitazione dove immediatamente bloccavano il soggetto per poi procedere ad attività di perquisizione personale e locale.

Tali attività si concludevano con esito positivo in quanto all’interno dell’unità abitativa, abilmente occultato in un armadietto, veniva rinvenuto un ingente quantitativo di sostanza stupefacente ed in particolare 1.4 kg di cocaina e 3.2 di hashish.

Alla luce degli schiaccianti elementi raccolti dai militari dell’Arma, l’uomo veniva dichiarato in stato di arresto ed associato nel carcere di Pescara a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida. In quella sede il Giudice, concordando pienamente con le risultanze investigative acquisite dai Carabinieri, convalidava l’arresto disponendo nei confronti dell’imputato l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria da eseguirsi presso il Comando Stazione Carabinieri di Montesilvano.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24