NEL COVO DI MATTEO MESSINA DENARO – FRANCESCO MACRI’ E IL SUO “SOGGIORNO” A CAMPOBELLO DI MAZARA

Ritorniamo sulla cattura di Matteo Messina Denaro alla luce del ritrovamento del covo o meglio dei covi presso Campobello di Mazara, dove poco piu’ di un anno fa l’esperto in Sicurezza Francesco Macri’ ebbe modo di soggiornare nella veste di consulente dell ‘ex Magistrato Antonio Ingroia quale candidato sindaco appunto di quel Paese. Allora Macri’, ci illumini meglio con la Sua competenza per capire come e’ stato possibile che in una cittadina di poche migliaia di anime nessuno fosse a conoscenza sulla reale identità di questo boss, che viveva indisturbato e a quanto si apprende senza neanche nascondersi. Tra l’altro Lei e’ stato fisicamente presente per alcuni giorni su quel territorio e immagino che un professionista con le sue ex competenze nel settore intelligence non può non aver percepito qualcosa di sospetto o quantomeno di strano durante quei giorni.

Intanto preciso che appena rientrai  nel continente, scrissi degli articoli proprio sulla mia prima esperienza e breve permanenza sull’ isola,  dove per ragioni esclusivamente elettorali ebbi modo di confrontarmi insieme all’ ex PM Ingroia con quel territorio, artigiani, commercianti, liberi professionisti e qualche imprenditore; mi sono ritrovato fortunatamente  uno di quei articoli https://www.vivereroma.org/2020/12/09/francesco-macr-matteo-messina-denaro-il-boss-dei-grandi-misteri-ii-parte/868148/ e per chi ha voglia a rileggerlo integralmente scoprirà che in tempi non sospetti ebbi subito  la percezione sulla “ Presenza “ dell’ animale. Faccio un copia e incolla proprio su un passaggio di quella mia intervista : “ Non ci poteva invece stare, quel senso di rassegnazione, impotenza, e timore, che ho troppo spesso colto chiaramente negli occhi della gente ogni qual volta si tentava di chiedere il voto, al fine di offrire un reale cambiamento e finalmente grande senso di Legalità Istituzionale, non a caso usando la L maiuscola. Tutti, o meglio moltissimi, hanno sempre voluto sottolineare durante i nostri confronti, che al di là dei buoni propositi, da tutti auspicati, alla fine nessuno si sarebbe assunto la responsabilità di votare  il contrario dalle indicazioni ricevute dai cosìdetti capibastone.” Io credo che sia sufficiente rileggersi questa mia considerazione fatta a caldo al mio rientro per rispondere pienamente alla Sua domanda e ci sia purtroppo poco da aggiungere. Per ritornare appunto   su quanto e’ accaduto in questi giorni, e soprattutto su quanti (sicuramente troppi) gridano al complottismo, vorrei semplicemente far notare come affermato nel precedente articolo, che il successo di questa grande operazione del ROS dei cc abbracci inevitabilmente un momento politico PROPIZIO a questo genere di eventi. Sono fermamente convinto che la trentennale latitanza sia stata anche frutto di una politica connivente e qui mi fermo se non, rivolgendo io una domanda: mi sbaglio o qualcuno e’ alla ricerca di complottismo o e’ addirittura dispiaciuto per questa grande vittoria dello Stato? Verranno meno argomentazioni elettorali per gettare sempre fango sulle ns Istituzioni? Ancora una grande Grazie all’ Arma dei Carabinieri

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24