Pescara, che crollo: sabato arriva la capolista


Una sconfitta tanto inattesa quanto dolorosa, quella patita dalla squadra allenata da Luciano Zauri sabato pomeriggio, contro una squadra che in quel momento occupava in solitaria l’ultima posizione in classifica del campionato di Serie B. Lo Spezia riesce invece a sorpresa e con merito ad espugnare l’Adriatico e a gettare dunque in una profonda crisi gli abruzzesi, che continuano ad avere paradossalmente proprio nello stadio di casa un tabù.

Una sola vittoria in questa stagione, nella prima di campionato a Pescara, nella netta e rocambolesca vittoria contro il Pordenone. Da quel momento solo grosse delusioni, un pareggio e le ultime due consecutive sconfitte che hanno gettato nel baratro una squadra altamente quotata alla lotta playoff, soprattutto dopo l’ottima passata stagione. Qualcosa invece si è incrinata e l’inizio di questo torneo è stato a dir poco negativo, con dei risultati simili a delle montagne rosse soprattutto per quanto concerne quello che è stato raccolto nel computo dei totali fuori casa e in casa.

All’Adriatico arriva la sconfitta ma soprattutto la prestazione che non ti aspetti, con un periodo ormai sempre più lungo di risultati negativi. Una sola affermazione nelle ultime cinque partite, successo in casa che manca oramai dallo scorso mese di agosto ed una difesa che fa acqua da tutte le parti: il Pescara è infatti la seconda squadra con più gol subiti dell’intero campionato.

Sebbene i numeri offensivi restano positivi, con gli abruzzesi che nella speciale graduatoria sarebbe tra le prime cinque del campionato, occorre quanto prima ritrovare un equilibrio perduto in modo lampante nelle ultime giornate, senza il quale si comincia a vedere vanificato in toto il grosso potenziale offensivo fra le mani dell’ex giocatore della Lazio.

Per il Pescara arriva sabato prossimo una nuova occasione di riscatto, ma la più difficile che il calendario in questo momento le potesse porre di fronte: la lanciatissima capolista Benevento, allenata da Pippo Inzaghi. Si gioca la seconda partita consecutiva fra quelle che in teoria sarebbero mura amiche, sebbene in realtà il Pescara è palese come riesca a raccogliere più punti fuori che in casa.

Dure le parole del Presidente Sebastiani in seguito all’inattesa e pesante sconfitta casalinga con Lo Spezia, ma conferma comunque l’allenatore: “Zauri è in discussione? No, ma sta a lui trovare la soluzione. Non si possono concedere pause di questo tipo, soprattutto contro squadra come lo Spezia che aveva raccolto poco e aveva bisogno di punt. Non possiamo permetterci cali di tensione. Bisogna avere l’attenzione al massimo e vale per tutti. Mi dà molto fastidio che giochiamo all’indietro”.

Appuntamento sabato prossimo, ore 15, per il big match tra Pescara e Benevento, Stadio Adriatico.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24