Pescara, FI D’Incecco:” Il sindaco Alessandrini dovrà spiegare le motivazioni del montaggio della nuova antenna telefonica”


“Sarà direttamente il sindaco Alessandrini a dover relazionare e spiegare ai cittadini quali sono le condizioni e le norme che hanno permesso l’installazione della nuova antenna telefonica in via Campo di Giove, sul tetto di un’abitazione privata. A fronte di un Regolamento vigente, con il quale proprio il Consiglio comunale nel 2004 ha fissato le regole per l’insediamento di tali impianti, oggi sembrerebbe che in Comune nessuno fosse a conoscenza di quella struttura, come riferito dal Comitato cittadino di protesta, e che quella nuova antenna sia spuntata fuori dal nulla. E allora vogliamo capire cosa sta accadendo: per tale ragione ho presentato oggi un’interrogazione urgente ed entro cinque giorni il sindaco dovrà inviarmi la sua risposta, e subito dopo chiederò la convocazione di una seduta urgente della Commissione Lavori pubblici per incontrare i cittadini e, se possibile, i privati che dovrebbero aver autorizzato l’impianto”. Lo ha detto il Vicecapogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Vincenzo D’Incecco, che oggi in aula, ha presentato l’interrogazione.

“Il Comune di Pescara – si legge nel documento del Vicecapogruppo D’Incecco – ha approvato il Regolamento per l’insediamento urbanistico e territoriale di impianti Radio Base, ovvero le antenne per la telefonia, con una delibera del Consiglio comunale, la numero 144 del 21 giugno 2004. Purtroppo, proprio negli ultimi giorni, in via Campo di Giove, al civico numero 5, sopra il tetto di un’abitazione privata, è stato posizionato il traliccio di una Stazione Radio Base che ha allarmato tutta la popolazione residente, la quale non conosce l’effettiva funzionalità della stessa e chiede notizie certe su questa improvvisa installazione. Per tale ragione ho chiesto al sindaco se fosse a conoscenza della presenza del nuovo traliccio e se la stessa stazione sia attualmente già funzionante. Ho chiesto di sapere se la Stazione radio base sia fornita di tutte le autorizzazioni necessarie per operare e stabilite in primis dalla legge e poi dal Regolamento Comunale, e, in caso contrario, di conoscere le intenzioni dell’amministrazione in riferimento al funzionamento e posizionamento dell’antenna. I cittadini nutrono timori fondati circa quella presenza ingombrante che oggi svetta sul panorama cittadino, vogliono capire quali emissioni ci siano, quale sia il loro raggio d’azione e se soprattutto quell’antenna sia stata autorizzata dall’amministrazione Alessandrini. E vogliamo capirlo anche noi consiglieri, visto che il Regolamento comunale è nato proprio con l’intento di individuare i siti idonei alla localizzazione delle antenne telefoniche, per lo più strutture pubbliche sufficientemente lontane dalle residenze, come lo stadio o i cimiteri, ed evitare la giungla degli impianti sui tetti delle abitazioni private, alimentando un business di pochi ai danni di centinaia di residenti costretti a subire quella presenza. Ma evidentemente oggi qualcosa sembra non aver funzionato nei meccanismi di controllo e di autorizzazione. A questo punto attendiamo la replica del sindaco, entro 5 giorni, per poi decidere le azioni da assumere a tutela dei cittadini”.

 

Vicecapogruppo Forza Italia

Vincenzo D’Incecco

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24