Pescara, sindaco Alessandrini nei guai per l'ordinanza fantasma sul divieto di balneazione


Concorso in omissioni di atti d’ufficio per la rottura al depuratore dello scorso anno e la mancata ordinanza di divieto di balneazione.

Pescara. Il primo cittadino Marco Alessandrini ed il vice sindaco di Pescara Enzo Del Vecchio, oltre al dirigente comunale Tommaso Vespasiano, dovranno presentarsi davanti al giudice perché «omettevano di emanare idonei provvedimenti amministrativi volti a tutelare la salute pubblica e ad impedire la pubblica balneazione di quel tratto costiero». Questo è quanto deciso dai pm Anna Rita Mantini e Mirvana Di Serio.

La vicenda risale allo scorso anno, quando la rottura del depuratore avrebbe dovuto comportare il divieto di balneazione sulle coste di Pescara. Intercettazioni telefoniche fanno supporre che la scelta di non ordinare sia stata voluta nonostante la consapevolezza di poter arrecare pericolo ai bagnanti.

Redazione ilfaro24.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24