Prima Categoria, il San Benedetto Venere attivo sul mercato. Vicini gli arrivi di Marinova e del sogno Fazi


Luigi Marinova con la casacca del Villa San Sebastiano (foto di Romolo Di Renzo)

Il San Benedetto Venere si sta preparando per il prossimo campionato di Prima Categoria e lo sta facendo in grande stile. Oltre a confermare tutti i pezzi pregiati delle rose dello scorso anno di San Benedetto e Venere, il nuovo sodalizio guidato dal duo CerasaniFerzoco sta ora cercando di puntellare la rosa per puntare ad un campionato di vertice. Il primo nome sul taccuino della società giallorossoverde è Luigi Marinova che, dopo una sola stagione con la casacca del Villa San Sebastiano con la quale ha siglato 8 gol, è in cerca di un pronto rilancio per tornare ad essere quello di due stagioni fa a Tagliacozzo. Abbiamo raggiunto la punta che dice “Sì è vero, mi hanno contattato e ci siamo accordati. Cosa manca? Manca la firma. Nel frattempo se mi dovessero arrivare altre offerte, le valuterò con serenità, ma ad oggi, salvo stravolgimenti dell’ultima ora, credo che andrò al San Benedetto Venere.” Dunque mancano i crismi dell’ufficialità, ma possiamo affermare che Luigi Marinova è vicino al vestire la casacca giallorossoverde.

Michele Fazi, ai tempi del Celano F.C. Marsica

Ben diverso il discorso per aggiudicarsi le prestazioni sportive del centrocampista classe ’89 Michele Fazi. La mezzala è un classe ’89 di Gioia dei Marsi che ha girovagato a lungo. Il centrocampista ex Monterotondo ed ex La Sabina (Eccellenza laziale) ha giocato sempre in categorie come l’Eccellenza o la Serie D. Quest’anno per motivi lavorativi, dopo che in passato ha vestito anche la maglia biancoazzurra del Celano F.C. Marsica in Serie D (vedi foto), è previsto il suo rientro in Abruzzo e se tutto dovesse incastrarsi a dovere, Fazi sarà un importantissimo rinforzo per il San Benedetto Venere. “Sì è vero, rientro in Abruzzo per lavoro, ma devo vedere se riuscirò ad unire le due cose, lavoro e allenamenti. Se così sarà, giocherò sicuramente con il San Benedetto Venere.” Il motivo per cui Fazi è disposto a scendere di categoria è proprio solo quello lavorativo ed i giallorossoverdi non hanno paura che il centrocampista si accasi altrove perché, come dice proprio Fazi, “Ho un fortissimo legame di amicizia con mister Berardino Di Genova. Dunque se torno a giocare in Abruzzo, sarà sicuramente sotto la sua guida.”

Vincenzo Chiarizia

Fonte MarsicaSportiva.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24