Scorrendo con il Liri. Una corsa lunga un fiume


Domenica 16 Settembre torna la manifestazione “Scorrendo con il Liri” con la ECOULTRAMARATHON 65 Km , campionato Italiano IUTA delle 40 miglia su strada da Cappadocia a Isola Liri e la UltraHalfMarathon 27 Km da San Vincenzo Valle Roveto ad Isola Liri. La manifestazione, unica nel suo genere nell’Italia centrale, giunta alla quarta edizione è ormai un riferimento riconosciuto nel panorama sportivo e culturale italiano.

Percorsi paralleli per il Liri e per l’ultramaratona Scorrendo con il Liri che, partendo dalle sorgenti del fiume, ne affianca il percorso, attraversando tutta la splendida Valle Roveto, fino alla Cascata Grande di Isola. Un’unica “via dell’acqua tra sport e cultura” che mira a promuovere le diverse componenti – geografiche, culturali, ambientali – di un territorio davvero straordinario. Da qualche tempo viene sempre più spesso preso in considerazione anche lo sport come importante elemento di marketing e di creazione di nuovi indotti. È da questa considerazione che in una terra tanto timida quanto ricca di storia e di bellezze, e soprattutto poco avvezza a manifestazioni sportive di alto livello, come questa tra l’aquilano e il frusinate, che i lungimiranti organizzatori dell’Associazione “ASD Scorrendo con il Liri”, hanno pensato a un programma che abbinasse la valorizzazione in tutti i suoi aspetti del fiume Liri e del vasto territorio che attraversa, a una gara di corsa extralarge sulle strade che affiancano il lunghissimo corso d’acqua. Da questo lodevole intento nel 2015, condiviso e sostenuto dai Comuni della Valle Roveto, è infatti nata Scorrendo con il Liri, dalla sorgente nascosta di Cappadocia, tra le montagne dell’Abruzzo, al meraviglioso salto di 27 metri della cascata di Isola del Liri. Una prova competitiva di 65 chilometri che, seguendo la corrente e toccando 11 comuni, 2 valli, 2 province e 2 regioni, contribuisce a far conoscere il territorio che attraversa e le sue radici storiche e culturali, oltre a educare al rispetto e alla difesa dell’ambiente. Il fiume che, scorrendo nella storia ha da sempre rappresentato un limite naturale, stavolta viene proposto, insomma, non più come una “divisione”, ma una “unione” tra territori per recuperare, conservare e valorizzare l’importante patrimonio anche paesaggistico che li caratterizza.

Il percorso, interamente stradale, vede la partenza alle 9.30 a Cappadocia, a 1.108 metri s.l.m. e il traguardo alla cascata di Isola del Liri dopo aver attraversato il territorio della Valle Roveto, in particolare  dei comuni di Castellafiume, Capistrello, Canistro, Civitella Roveto, Civita d’Antino, Morino, San Vincenzo Valle Roveto, Balsorano, e poi Sora. Accompagnando il corso del fiume, è caratterizzato da un dislivello a scendere di 809 metri, con una pendenza media dell’1,28 %.

Per la  sua valenza culturale Scorrendo con il Liri ha ottenuto per il terzo anno il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

COORDINATORI INFERMIERISTICI: FERMI PER SEI ANNI E POI IMPROVVISAMENTE IL VIA AL BANDO RANIERI” LA ASL RISCHIA RICORSI SU RICORSI”

Sei anni per riaprire una procedura concorsuale. La Asl 1 riapre la procedura concorsuale per …