CALCIO, IL VILLA NON CI STA: “PRENDETEVI PURE QUEI TRE PUNTI!” LA REPLICA DI CERASANI: “NON SIAMO CALCOLATORI, RACCONTIAMO I FATTI”


Dopo il comunicato del San Benedetto Venere volto a spiegare le ragioni del perché la partita di Villa San Sebastiano tra i locali e i giallorossoverdi fosse stata sospesa, chiedendo anche implicitamente la vittoria a tavolino (clicca qui per leggere il comunicato del San Benedetto Venere), la società rossoblù risponde con un altro comunicato che si conclude con “prendetevi pure quei maledetti 3 punti a noi non importa…quello che importa a noi è aver aiutato un ragazzo che non ha saputo gestire una normalissima situazione di gioco!” Da San Benedetto dei Marsi giunge la replica “Non siamo freddi calcolatori, raccontiamo semplicemente i fatti come sono andati realmente.

NOTA INTEGRALE DELLA SOCIETA’ A.S.D. VILLA SAN SEBASTIANO
Ci sentiamo tutti perbenisti e superiori in queste situazioni ma nessuno si sofferma a pensare bene a cosa sia successo oggi! La salute di un ragazzo è la cosa più importante in una partita di calcio e qui invece si pensa a quale sarà la decisione della lega in merito a questa situazione! Oggi è accaduto che un ragazzo di 19 anni è stato colpito da un attacco di ansia mentre si trovava a dirigere una bella partita di calcio! Ha preso una decisione importante ovvero quella di espellere una persona “pesante” come Aureli per una parola storta, parola che viene usata impropriamente da tutti anche dai giocatori del San Benedetto che si sentono migliori di noi, ha avuto un attacco di ansia ed ha vissuto un brutto momento e l’unico problema è quello della gente che è venuta da San Benedetto oppure che il risultato era di 0-1… io in qualità di addetto all’arbitro ho assistito l’arbitro fin da subito con l’appoggio dell’unico dottore presente in campo il dott. Coletta le panchine e alcuni dirigenti del San Benedetto e personalmente l’ho accompagnato al pronto soccorso aspettato con lui fino alle 18.30 assicurandomi personalmente delle sue condizioni fisiche e sono andato via solo dopo le sue dimissioni.. adesso state provando a farci passere per i cattivi della situazione…prendetevi pure quei maledetti 3 punti a noi non importa…quello che importa a noi è aver aiutato un ragazzo che non ha saputo gestire una normalissima situazione di gioco!

La polemica non si placa e subito giunge la replica di Antonio Cerasani vicepresidente del San Benedetto Venere
Tutte le persone che hanno assistito al match odierno (la maggior parte sanbenedettesi) hanno visto quanto accaduto e possono confermarlo . Qualcuno vuole farci passare come dei freddi calcolatori ma noi non ci sentiamo superiori a nessuno e siamo consapevoli del fatto che tutti , nella propria vita possono commettere errori ma la FALSITÀ è intollerabile . Bisogna riportare i fatti come sono andati realmente e cioè che dopo una decisione importante l’arbitro è stato aggredito da diversi giocatori del villa con spintoni ed urla e immediatamente è corso nella panchina degli ospiti a trovare riparo accusando un malore dovuto a quanto accaduto . Una volta rassicurato è tornato a dirigere la gara e dopo l’ennesima parapiglia ha sospeso la gara . Noi ed i nostri giocatori noi abbiamo né ragione né torto ma vogliamo semplicemente che vengano raccontate le cose così come sono andate.
 PS: Noi siamo stati i primi a soccorrerlo ed a rassicurarci delle sue condizioni (e non è motivo di vanto , ma è senso di dovere

A questo punto non ci resta che attendere il comunicato della lega di giovedì 28 settembre per capire l’esito di questa vicenda.

Vincenzo Chiarizia

Fonte MarsicaSportiva.it

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24