Preventivo acquisto auto

Come arredare un bagno in stile minimal


L’arredamento minimal è uno dei trend più interessanti degli ultimi anni. Tra i motivi del suo successo è possibile ricordare senza dubbio la nuova visione dei consumi, sempre più orientata verso l’essenzialità, così come la maggiore attenzione agli effetti che l’arredamento ha sul nostro benessere.

Di certo c’è che sono sempre di più i fan di questo approccio all’interior design, che può essere reso protagonista di diversi ambienti della casa. Tra questi è possibile citare il bagno.

Se sei qui, significa che stai cercando consigli su come arredare quello di casa tua. Nelle prossime righe, puoi trovare alcune preziose dritte in merito.

Quali colori scegliere?

Il primo punto da considerare quando si tratta di arredare un bagno in ottica minimal è la scelta dei colori. Il leitmotiv in questo caso deve essere l’attenzione alle cromie tenui e il più possibile omogenee.

Se proprio si ha intenzione di dare spazio a dei contrasti, è bene non esagerare. Giusto per fare uno dei tanti esempi possibili, ricordiamo l’accostamento tra grigio e nero, così come quello tra nero e bianco.

In casi del genere, il colore più scuro andrebbe scelto per dettagli come la rubinetteria e non per gli elementi d’arredo di dimensioni più grandi.

Attenzione alle forme

Lo stile minimal è all’insegna del rigore. Cosa c’è di più rigoroso e perfetto della forma del quadrato? Il motivo in questione domina spesso i bagni arredati in stile minimal. Attenzione: abbiamo detto domina, non occupa totalmente.

Non è infatti un caso vedere stanze da bagno caratterizzate da questo stile e con un lavabo d’appoggio, elemento d’arredo perfetto per sottolineare quel senso di leggerezza che dovrebbe essere centrale negli ambienti dal carattere minimal (se stai cercando un fornitore serio per l’acquisto di un lavabo con le peculiarità sopra ricordate, su ceramicstore.eu puoi trovare tanti modelli bellissimi).

Spazio agli accessori, ma con moderazione

Less is more: questo adagio è chiaramente la linea guida principale dell’arredamento minimal. Come gestirlo al meglio quando si scelgono i mobili e i complementi per il bagno? Tra gli aspetti più importanti da considerare c’è senza dubbio la selezione degli accessori. In questo caso, è bene orientarsi su oggetti lineari e sottili. Questa regola va seguita con le lampade, ma anche con i porta-asciugamani e quando si scelgono le eventuali cassettiere.

Come gestire l’illuminazione

Abbiamo appena nominato l’illuminazione. Come gestirla al meglio in un bagno arredato in ottica minimal? Tra le regole più importanti da seguire al proposito è possibile ricordare il fatto di rendere il più possibile contenuto l’impatto visivo.

Questo significa optare per punti luci nascosti o integrati negli elementi d’arredo. Se proprio si ha intenzione di puntare su alternative diverse, è essenziale orientarsi verso lampade lineari (p.e. prive di porta lampada).

Vasca o doccia?

L’interrogativo sopra ricordato è tra i più frequenti quando si tratta di scegliere l’arredamento per il bagno minimal. Si tratta di una domanda che non ha una risposta univoca. Tutto dipende dai gusti della singola persona e non c’è un’alternativa migliore dell’altra. Per ottenere l’effetto giusto conta infatti la forma. Se si ama il relax di un bagno caldo è consigliabile orientarsi verso una vasca contraddistinta dagli spigoli particolarmente accentuati. Per quanto riguarda il colore, è opportuno scegliere una cromia abbinata a quella del pavimento e delle pareti.

Per quel che concerne la doccia, una buona alternativa è quella del box filo pavimento con pareti dal profilo sottile.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24
Nuova collezione Spartoo