Come scegliere la cucina senza commettere errori


La cucina è uno dei luoghi maggiormente “vissuti” della casa. Qui si trascorre molto tempo, specialmente se unita alla zona living. È qui che si preparano i pasti, oppure un semplice caffè, o si scambiano quattro chiacchiere con gli altri membri della famiglia. Proprio per questo, quando si acquista una nuova casa o si rinnovano gli ambienti, è fondamentale scegliere la cucina adatta. Per far ciò, è fondamentale considerare le proprie esigenze (se si utilizzano molti mobili e accessori, se si vuole uno spazio ampio o va bene anche una piccola area, ecc.) nonché i propri gusti in fatto di arredamento. In più, occorre trovare la soluzione che si adatta al meglio ai mobili già presenti nell’abitazione. In parole povere, nulla deve essere lasciato al caso e tutti gli elementi che compongono la cucina devono essere scelti con cura e precisione.

Tipologie di cucina

Nel mercato esistono davvero tantissime tipologie di cucine, ognuna con diverse caratteristiche e peculiarità. Scegliere quella adatta per la propria casa non è sempre semplice, anzi, se non si ha esperienza potrebbe essere molto difficile. Di seguito alcune delle tipologie di cucina più acquistate negli ultimi anni, a cui si affiancano anche quelle personalizzate. Quest’ultima opzione consente di progettare cucine su misura Roma o in qualsiasi punto d’Italia, affidandosi all’esperienza degli artigiani del settore.

  • Cucina classica: la cucina tradizionale, è caratterizzata da colori e materiali di ispirazione antica: finiture in legno, decorazioni, utensili appesi alle pareti, ecc. Si tratta di uno stile molto ricco, che si adatta particolarmente ad ambienti spaziosi e luminosi, e che vede come protagonista un tavolo imponente posto al centro della stanza, per accogliere tante persone.
  • Cucina shabby: lo stile shabby chic è da ormai diversi anni protagonista delle case più romantiche, specialmente per quelle di campagna o montagna. Una cucina realizzata secondo i dettami di questo stile è elegante ma vissuta, e fa delle imperfezioni il suo punto di forza. I materiali utilizzati, in questo caso, sono il legno graffiato, la pietra ed il cotto, ed i colori sono molto chiari (bianco, beige o tonalità pastello). Si adattano al meglio in questo ambiente le sedute in paglia, che ricordano quelle di un bistrot.
  • Cucina moderna: gli ambienti moderni sono quelli minimal, caratterizzati da linee precise e pulite, arredamento essenziale e colori scuri a contrasto con pareti chiare. In questo tipo di cucina, i protagonisti sono gli elettrodomestici di ultima generazione, che semplificano il lavoro, e materiali ecosostenibili. In genere, le cucine moderne sono a vista, e creano quasi un ambiente separato con la zona living, magari delimitata da una struttura a penisola.
  • Cucina industrial: lo stile industrial si può definire come un’evoluzione chic del vintage, ed è caratterizzato da finiture rustiche, in legno o muratura, che incontrano i complementi d’arredo in metallo. La cucina arredata in stile industriale, vede protagoniste le finiture grezze, le luci incastonate come faretti oppure lampadari sospesi a diverse altezze.

Cucina su misura

Se si vuole andare sul sicuro, è consigliabile puntare sulle cucine su misura, ovvero cucine create appositamente per determinate esigenze. In poche parole, si tratta di cucine costruite appositamente per determinati ambienti, una sorta di abito su misura per casa. Tutto quello che occorre fare è rivolgersi ad artigiani esperti ed affidarsi alle loro sapienti mani.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24