Come scegliere una sauna


Quando si parla della sauna si far riferimento ad uno strumento che garantisce relax e tanto benessere. Tante persone sognano di averla addirittura all’interno della propria abitazione: in effetti, non è poi qualcosa di così impossibile da realizzare, anche se in commercio ci sono così tanti modelli che diventa complicato fare una scelta.

Ad esempio, ci sono soluzioni che offrono la possibilità di rilassarsi con del calore secco, ad esempio scegliendo una sauna a infrarossi, oppure del calore umido, quando si optare per una sauna classica. In ogni caso, quello che non cambia è il beneficio che viene garantito al corpo in termini di benessere.

Al giorno d’oggi, chi ha sufficiente spazio in casa per potersi permettere una sauna, ha senz’altro la possibilità di sfruttare tante piattaforme web che si occupano della vendita di tali cabine. Ad esempio, i prezzi di una sauna finlandese su bagnoitalia.it sono particolarmente vantaggiosi: a stupire, in modo particolare è l’ottimo e più che conveniente rapporto tra qualità e prezzo. In questo senso, gli utenti hanno la possibilità di cogliere al volo delle offerte da non lasciarsi sfuggire, risparmiando molto rispetto all’acquisto di una sauna in un negozio fisico.

Le principali tipologie di sauna

Questa cabina, spesso realizzata in legno, è stata inventata nei Paesi del Nord Europa, e si caratterizza per diffondere al suo interno aria calda, che va a causare un’elevata sudorazione, il cui scopo è quello di rimuovere grassi in eccesso e tossine, garantendo al contempo una sensazione di benessere a tutto il corpo.

Anche se la configurazione, in fin dei conti, è la stessa, bisogna sottolineare come siano due le tipologie principali di sauna. Stiamo parlando della sauna classica, che viene spesso e volentieri chiamata anche sauna a vapore, e la sauna a infrarossi, che si caratterizza invece per essere ribattezzata sauna a calore secco.

La sauna classica

Nel caso della sauna classica, come detto, all’interno della cabina viene diffuso del calore umido: tutto merito della presenza di una stufa piuttosto che di pietre di origine vulcanica che vengono riscaldate e irrorate d’acqua. In questo tipo di sauna, il tasso di umidità è compreso, di solito, tra il 10 e il 25 percento. Viene diffuso, quindi, del vapore caldo che, sommato al riscaldamento della stufa, riesce a portare ad un innalzamento della temperatura all’interno della cabina.

La sauna classica può contare su un riscaldamento basato su un fenomeno di convenzione, con un incremento di temperatura che, di solito, dura tra i 30 e i 60 minuti. La diffusione del calore è veramente notevole, dal momento che si può spingere anche fino a 80-95 gradi centigradi per via del vapore caldo che circola all’interno della cabina.

La sauna a infrarossi

La seconda tipologia di sauna è quella a infrarossi e si caratterizza per diffondere calore secco, tramite una tecnologia basata sulla presenza di pannelli infrarossi, che vengono integrati in maniera il più uniforme possibile all’interno della cabina. Come si verifica il riscaldamento della cabina? Tramite il fenomeno della radiazione, con il calore che è senz’altro minore rispetto a quello di una sauna classica, la sudorazione viene stimolata, visto che lo stesso calore viene prodotto direttamente sulla pelle della persona, svolgendo una tipica azione detossificante.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24