Incendi in Abruzzo, Arrigoni (LN-NcS): interrogazione a ministro Galletti su carenza e indisponibilità mezzi aerei e di terra AIB


 

 

Roma, 3 Agosto 2017 – “L’incendio che da oltre 48 ore si è sviluppato nel bosco della frazione di Aragno di L’Aquila continua a divorare ettari di bosco. L’emergenza roghi presente in molte parti del paese, come in Abruzzo, è certamente dovuta a siccità, ad alte temperature, all’inefficienza della rete idrica, ma, pur in presenza della lodevole attività degli operatori delle forze in campo (vigili del fuoco, arma dei Carabinieri, volontari della protezione civile) che in queste settimane si stanno prodigando, stanno emergendo chiaramente problemi legati sia a pastoie burocratiche sia ad una carenza di mezzi aerei e di terra adeguati adibiti ad attività di antincendio boschivo”.

Così interviene il senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni, già responsabile regionale di Noi con Salvini Abruzzo, che in tema di emergenza incendi stamane ha depositato in Senato una nuova interrogazione parlamentare (allegata) indirizzata al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

“Per fronteggiare l’incendio del bosco di Aragno servirebbe una “gru volante” in grado di sganciare 9mila litri per volta, ma non vi è disponibilità. Pare che i pochi elicotteri  S-64 oggi operativi siano assegnati ad altri territori. Sarebbe poi grave ed inaudito se fosse accertato, come affermato da media locali, che alcune autobotti in uso al disciolto Corpo forestale dello Stato, sarebbero ferme in una garage in attesa di un formale passaggio al Parco Nazionale del Gran Sasso. Di certo, è ingiustificabile la burocrazia ed il ritardo di alcuni decreti che il Governo non ha ancora emanato per rendere pienamente operativo il D.Lgs di assorbimento del Corpo Forestale dello Stato in altre amministrazioni, ed in particolare quello che doveva definire le risorse, i beni immobili, i mezzi e le infrastrutture del CFS da trasferire alle altre amministrazioni tra cui quelle da destinare al Corpo dei vigili del fuoco per le attività di antincendio boschivo” continua il parlamentare del Carroccio.

“E’ per questo motivo che ho chiesto a Galletti di verificare con urgenza l’effettiva presenza di autobotti ferme in autorimessa e, in caso affermativo, quali sono le cause e le responsabilità, inoltre, se non ritenga opportuno intervenire affinché i mezzi aib vengano immediatamente messi a disposizione del sistema AIB locale e, infine, se non sia il caso di sollecitare i colleghi Ministri competenti per l’adozione dei decreti che non risultano essere stati ancora emanati nonostante il forte ritardo di mesi” conclude Arrigoni.

Ecco il testo integrale dell’interrogazione parlamentare: 170803_Interrogazione MEZZI AIB ABRUZZO

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

STRADA VALLE DEL LIRI: DI PANGRAZIO INCONTRA MARASCO (ANAS)

  (ACRA) – L’Aquila 22 settembre – Il Presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Di Pangrazio …