LA “RIUSCITA” DEL DEFUNTO. PERCHÉ QUESTA USANZA?


Vi siete mai chiesti cos’è la messa di riuscita o la cosiddetta “riuscita del morto“?
Sappiamo che si tratta di una messa che si celebra pochi giorni dopo i funerali, di solito 7. Ma cosa significa?
La tradizione cattolica vuole che nei giorni successivi ai funerali, i parenti del defunto, in particolar modo le donne, non escano di casa in segno di lutto, pertanto la messa di riuscita rappresenta il ritorno alla quotidianità: la riuscita, appunto. Una sorta di interruzione del ritiro.

In seguito a tale usanza si è diffusa la pratica della cosiddetta “messa del settimo giorno” che nella tradizione ebraica corrisponde allo Shabbat, ovvero al numero 7 collegato al settimo giorno della Creazione, quando, secondo la Genesi, il Signore finalmente si riposò.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24