NO ALLA STRUMENTALIZZAZIONE DELLA PISTA CICLOPEDONALE SULLA TIBURTINA. IL SINDACO MARINUCCI REPLICA ALL’INIZIATIVA DI ALCUNI CITTADINI “DISATTENTI E MALE INFORMATI” E LI INVITA AD UN INCONTRO IN COMUNE


“Sono certo che i cittadini che hanno organizzato questo incontro non  sono gli stessi che, molto numerosi, intervennero alla riunione che  organizzai sul posto durante la mia ultima campagna elettorale il 10  maggio 2016”. Così il Sindaco di San Giovanni Teatino, Luciano  Marinucci, commenta l’iniziativa di alcuni residenti di Sambuceto che  per il pomeriggio di oggi, 13 dicembre, hanno organizzato l’incontro  per discutere della pista ciclabile in via Amendola. “Inutile, dannosa  e pericolosa, non l’abbiamo chiesta e non la vogliamo” scrivono nel  volantino d’invito.

A tal proposito il Sindaco ricorda che “nella convocazione  all’incontro del maggio 2016  c’era uno stralcio del progetto della  pista ciclabile. Un invito che ho fatto mettere in tutte le buche  delle lettere. Quel progetto è stato pienamente condiviso da tutti i  presenti. Quelli che non sono venuti, il consenso lo hanno espresso  poi sostenendo il mio programma e votandomi numerosi, in quella zona,  alle elezioni amministrative”.

“Sono convinto che questi cittadini che mi stanno criticando –  prosegue Marinucci – non conoscano il progetto. Io li invito a venire  in Comune e vedere il progetto che sarà realizzato e che non è quello  riportato sui volantini. Sarà realizzata infatti una pista ciclabile  di 2 metri in una zona dove, tra t’altro, è vietato parcheggiare: il  divieto di sosta interessa tutto il tratto della Tiburtina. Il tratto  così com’è, è pericoloso per i pedoni, per i ciclisti e per i  motociclisti, tanto che in un recente passato vi si è verificato un  tragico incidente”.

“La sede stradale prevista da progetto è di 7 metri,  più che  sufficiente tanto che autobus, un ambulanza e una vettura di grossa  cilindrata possono transitarvi una accanto all’altra, come dimostra  uno studio che ho fatto realizzare. Ho tutti gli elementi per far  capire,a chi non conosce il progetto – conclude Marinucci – che la mia  amministrazione sta operando, in assoluta trasparenza, per realizzare  una mobilità più sicura e sostenibile e non accetto che un progetto  così importante per la collettività possa essere manipolato e  strumentalizzato per fini politici e personalistici”.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24