San Giovanni Teatino. L’amministrazione Marinucci attiva il corso “Professione Digitale 3.0”


“Professione Digitale 3.0”. E’ il titolo del corso che sta per essere  attivato dall’Amministrazione comunale di San Giovanni Teatino. La  Giunta comunale, infatti, nella seduta dello scorso 20 febbraio 2018,  ha accolto la proposta dell’assessore alle politiche del lavoro Ezio  Chiacchiaretta.
Il corso sarà composto da moduli separati e non necessariamente  propedeutici di: Brand Image, Come comunicarsi al meglio, Reputazione  e comunicazione, Conoscere i social media.
“Dopo il grande successo del corso di inglese – commenta il Sindaco  Luciano Marinucci –  abbiamo ritenuto opportuno, come Amministrazione,  proseguire sulla strada della formazione. Una formazione orientata al  mondo del lavoro, affinché a questo corso possano avvicinarsi sia i  giovani alla ricerca del primo impiego ma anche coloro che, già  professionisti, vogliano approfondire tematiche legate al mondo del  lavoro contemporaneo: il nostro intento è infatti quello di fornire  strumenti al maggior numero possibile di cittadini, in questo caso  anche in modo del tutto gratuito”.
Già dal 2012 la Giunta comunale ha istituito un servizio di  intermediazione lavoro e lo sportello comunale Informagiovani. “Il  nostro impegno prioritario – spiega Chiacchiaretta – è di dare sempre  nuovi e più efficaci servizi di intermediazione lavoro, attraverso  progettazione ed erogazione di attività formative finalizzate  all’inserimento lavorativo e corrispondenti alle figure professionali  maggiormente richieste dal mercato del lavoro”.
Il Comune di San Giovanni Teatino è stato lead-partner del progetto  europeo ECMYNN, che ha studiato il fenomeno dei NEET (persone non  impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione).  Nell’ambito del progetto sono state elaborate soluzioni efficaci e  rispondenti alla rivoluzione digitale  che ha prodotto tante nuove  figure professionali e che stanno sostituendo, sempre più velocemente,  quelle tradizionali. Occorrono, però, competenze più verticali e  specializzate e che hanno determinato il digital devide (divario  digitale) tra generazioni e nel mercato del lavoro.
“L’intenzione dell’amministrazione Marinucci – conclude Chiacchiaretta  – è di mettere in campo iniziative innovative, come il corso  “Professione Digitale 3.0″ che permettano di attivare digital soft  skills, ovvero opportunità di apprendimento di base delle nuove  professioni digitali ed avere maggiori opportunità nel ‘nuovo’ mercato  del lavoro”.
Il corso è organizzato ricorrendo a professionalità interne al Comune  ed utilizzando locali e attrezzature dell’ente.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24