Scuola, l’importanza dei servizi associati

La crescita dei nostri figli, oltre ad essere collegata necessariamente a programmi formativi di eccellenza e alla presenza di educatori dalle dimostrata professionalità e competenza, è direttamente connessa anche alla capacità che le strutture scolastiche hanno di predisporre una serie di servizi in grado di conferire un surplus nello sviluppo cognitivo dei bambini e dei ragazzi, con attività accessorie che completano il quadro formativo, stimolando all’apprendimento e alla conoscenza di nuovi argomenti, mediante l’uso della creatività e facendo leva sulla curiosità.

In questo modo, i partecipanti potranno attivamente prendere parte a eventi, laboratori e giornate dedicate, durante le quali allargare i propri orizzonti, assimilare nuovi concetti e scoprire la propria predisposizione rispetto alle singole peculiarità personali e interessi specifici.

Quali sono i servizi per la scuola più richiesti

All’interno di un’offerta formativa, le scuole dovrebbero considerare attività da affiancare alla consueta vita di classe di tutti i giorni, così da rendere l’apprendimento un momento slegato dal classico insegnamento,  un’occasione per conoscere qualcosa di nuovo in modo naturale con metodi alternativi e situazioni partecipative ed emozionanti.

In questo senso, i servizi per la scuola che riscuotono maggiore successo sia da parte degli studenti che delle famiglie sono certamente collegati all’organizzazione di gite ed eventi formativi in grado di coniugare gli aspetti pedagogici al divertimento e allo svago, in quello che può essere riassunto con il termine “edutainment”.

Tra i servizi maggiormente ricercati ci sono le gite ludico didattiche, che grazie alla presenza di educatori e animatori professionisti iniziano i bambini degli asili nido e delle scuole elementari ad argomenti per loro nuovi, come la conoscenza della natura e del suo funzionamento, la scoperta dell’ambiente marino e l’esplorazione dell’ambiente circostante, in location dal forte impatto emotivo che stimolano la crescita sensoriale. In questo senso, l’Italia è un luogo che ben si presta a queste attività, potendo offrire una varietà infinita di patrimoni naturalistici, storici e culturali in grado di rispondere a ogni esigenza in termini di insegnamento. Negli ultimi anni, poi, sta prendendo sempre più piede, in particolare per i bambini più piccoli, l’organizzazione di visite presso le fattorie didattiche, con i partecipanti che possono entrare direttamente in contatto con gli animali che hanno conosciuto unicamente sui libri, prendendosi cura di loro e imparando i primi rudimenti scientifici.

Oltre alle gite, sempre maggiore attenzione è rivolta all’organizzazione di laboratori creativi e tecnologici che fanno emergere la predisposizione dei ragazzi rispetto ad esempio al teatro, alla fotografia, alle materie Stem e al bilinguismo, elemento quest’ultimo sempre più ricercato dai genitori al momento di decidere in quale struttura iscrivere proprio figlio.

Un’educazione al passo con i tempi  

Gli asili nido e le scuole elementari devono inoltre essere in grado di proporre soluzioni educative al passo con la società odierna, attraverso metodologie innovative e un approccio moderno. Al riguardo, sono sempre di più le strutture che programmano incontri ed eventi basati sulla comprensione e l’assimilazione di concetti quali l’inclusione, integrazione e multiculturalismo, con percorsi che aiutano i partecipanti ad apprendere il mondo attuale e quello futuro, rendendoli pronti e lontani da qualsiasi sorta di pregiudizio verso usi e costumi diversi e lontani dai propri.

Collegata a queste attività, la possibilità di partecipazione attiva anche degli stessi genitori che potranno trascorrere con i propri figli momenti indimenticabili per una crescita condivisa e un’esperienza di arricchimento diffuso.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24