Semi antichi da salvaguardare, l’esperienza della Casa di Reclusione di Sulmona


Sulmona. Nella Valle Peligna si parla di cibo e lo si fa scegliendo la sostenibilità e l’eco-compatibilità. Cibo-Maker, dopo aver organizzato una serie di incontri che in passato hanno relazionato il cibo all’aspetto sociale ed al consumo critico, sceglie adesso di parlare di etica del cibo, trattando il tema della salvaguardia dei semi, attraverso l’esperienza della Casa di Reclusione di Sulmona di cui direttore, collaboratori e detenuti parleranno ed illustreranno il progetto.

Mercoledì 4 novembre, presso Soul Kitchen a partire dalle ore 18, si terrà quindi l’ultimo incontro del ciclo “Cibo-Maker”, inserito nella Rassegna “Cibo della Majella in 365 giorni”, promossa dal Parco Nazionale della Majella e curata dall’associazione Movimento Zoé, volti a sensibilizzare la popolazione di Sulmona in merito a Ppratiche eco-sostenibili, cibo sano e modelli produttivi eco-compatibili.

Per far questo in Cibo-Maker si è scelto di partire dalla visione di video-documentari di esperienze nazionali ed estere che riguardano i temi del cibo e dell’eco-sostenibilità, in maniera tale da avere la visione di quanto gli argomenti trattati siano condivisi globalmente, per poi dare spazio alle esperienze locali, spesso sconosciute ma virtuose, che hanno raccontato e racconteranno la loro Storia attraverso le persone che vi hanno messo l’anima.

Cibo Maker

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24