TERAMO. L’amministrazione propone contrada Gattia quale nuovo sito della Centrale Enel ora alla Cona


 

L’amministrazione comunale ha individuato in contrada Gattia il sito dove delocalizzare la centrale Enel della Cona.

L’ufficializzazione della decisione è avvenuta ieri sera, su esplicita richiesta del Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, nel corso di una apposita riunione che si è tenuta a L’Aquila, alla quale hanno partecipato gli enti pubblici coinvolti, le aziende che realizzeranno il trasferimento e, per il Comune di Teramo, l’assessore all’Urbanistica Valeria Misticoni, il consigliere comunale Alberto Covelli e il dirigente ai Lavori Pubblici, Remo Bernardi.

 

La scelta dell’amministrazione comunale, peraltro apprezzata dagli stessi residenti del quartiere, risponde ai criteri che le due società che gestiranno l’intervento, Enel e Terna, hanno indicato nel corso della riunione che si è tenuta lo scorso venerdì 6 a Teramo, nella sede municipale.

Il sito individuato dall’amministrazione, spoglio di abitazioni, si trova ad una distanza di 1,8 km dalla collocazione precedente; l’area a disposizione è di 34.000 metri quadrati, ampiamente al di sopra di quanto le stesse aziende avevano indicato come necessario; la zona non ha vincoli di nessun tipo.

 

Ricordiamo che, come già comunicato, nel corso dell’Assemblea ANCI svoltasi nei giorni passati a Vicenza, lo stesso Sindaco Maurizio Brucchi aveva incontrato i vertici Enel proprio per affrontare anche la questione della centrale da delocalizzare.

È evidente a questo punto, che il progetto procede speditamente e pertanto è ragionevole presumere che in tempi abbastanza rapidi, l’annosa questione troverà una definitiva soluzione, con la soddisfazione piena di tutte le parti coinvolte, a cominciare dai residenti.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24