5MILA SARDINE INVADONO IL CENTRO DI PESCARA


Niente odio o rancore ma solo pace, condivisione e costruzione.

Sono stati circa 5mila i partecipanti alla manifestazione organizzata sui social dalle “sardine” d’Abruzzo.

Nel centro di Pescara si sono dati appuntamento anche tanti giovani tra cui Mirko Frattarelli, consigliere comunale di minoranza e nel direttivo regionale dell’organizzazione delle Sardine abruzzesi.

“Le sardine sono state un chiaro segnale per il centro sinistra”, commenta Frattarelli, “è ora che il centro sinistra si svegli e cominci a costruire qualcosa di concreto. C’è stato un bellissimo clima dove è regnata la condivisione e dove non c’è stato alcun momento di odio o di tensione”.

Le sardine abruzzesi hanno cantato “Bella ciao” ma anche “Domani”, la canzone scritta dai cantautori italiani dopo il terremoto dell’Aquila.

“Prossime tappe saranno le altre tre province d’Abruzzo”, conclude Frattarelli, in continuo contatto con l’organizzazione che dopo l’evento di Bologna, sta portando decine di migliaia di persone nelle piazze, a contrasto del populismo che spopola troppo spesso anche sui social, “non parliamo di politica. Le sardine non sono un partito. In Italia va ricostruito un tessuto sociale che va al di là della politica”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24