Borgo 8000, la protesta dei residenti: “Noi cittadini di Serie C”


Celano. Spaccio di droga indisturbato, abbandono urbano, servizi al minimo storico. E’ un comitato di cittadini di Borgo 8000 a lanciare l’allarme, denunciando la precaria situazione in cui versa la frazione celanese:  “Siamo ormai esasperati, qui è terra di nessuno” esordiscono alcuni cittadini. “Lo spaccio di droga avviene all’ordine del giorno e all’aria aperta, come se fosse una cosa naturale. Le istituzioni sono completamente assenti e disinteressate al problema, nessuno si degna di fare qualcosa”.

Poi la critica alla politica, come sempre volenterosa di ascoltare i problemi dei cittadini solo in campagna elettorale, dove tutti i candidati sarebbero andati a promettere un cambio di rotta, senza poi mantenere le promesse, come avviene da troppo tempo.

“Qui passa un solo autobus”, hanno spiegato, “ siamo andati al comune per chiedere se due persone, almeno per qualche mese, avrebbero potuto usufruire dello scuolabus per raggiungere Celano, la risposta è stata ovviamente negativa”.

Hanno poi aggiunto i residenti: “Il borgo è in molte parti al buio, ma anche su tale situazione dal comune nessuno sembra intenzionato ad ascoltarci, anzi, quando ci vedono sembra che siano anche infastiditi.”

Infine, piccola nota dolente che li ha fatti sentire totalmente discriminati rispetto agli altri quartieri di Celano: “Abbiamo organizzato una festa qui, come quelle che fanno a Celano e guarda caso tutti hanno ricevuto dei contributi tranne che la frazione di Borgo 8000”.

Redazione IlFaro24.it

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24