Cerchiamo di essere più Green


Parlando di essere più green si pensa subito all’ambiente, alla sua conservazione e alla raccolta differenziata, ma non è solo questo.

In realtà parlando di ecologia e green model, si parla anche dello studio dell’uomo in rapporto con l’ecosistema in cui vive e l’analisi delle problematiche correlate al fatto di aver rovinato in una manciata di anni il nostro pianete.

Gli ambienti naturali che subiscono una trasformazione importante da parte dell’uomo, reagiscono con uno squilibrio, che si ripercuote sull’habitat globale.

Per gli ambientalisti l’ecologia è la disciplina in grado di fornire una “guida” per le relazioni dell’uomo con il proprio ambiente, ma spesso viene confuso erroneamente l’ecologia con l’ambiente, con la conservazione della natura o con altri concetti e studi simili.

Gli ambiti dell’ecologia

L’ecologia si occupa di cinque livelli di complessità del vivente: le popolazioni, le comunità, gli ecosistemi, i paesaggi o biomi, l’ecosfera.

In particolare ci sono degli ambiti più curiosi come l’ecologia del paesaggio e del comportamento che meritano di essere distinti.

Infatti, l’ecologia del paesaggio è una disciplina scientifica che adotta un approccio alla tutela del paesaggio e si pone vari obiettivi come la conservazione della biodiversità, la riorganizzazione delle aree agricole e il recupero di quelle abbandonate. Considera anche all’interno delle aree urbane qual è la percentuale di verde, così da poter aiutare i comuni che sono in deficit di aree verdi a localizzarle nel proprio territorio.

L’ecologia del comportamento, invece, studia, secondo un approccio economico, i costi e i benefici delle diverse opzioni comportamentali a disposizione di una specie nel suo habitat naturale, e ne deduce quale sia il comportamento ottimale per massimizzare il guadagno netto in termini di successo riproduttivo. 

L’ecologia è di tutti

Tutti possono contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, bastano infatti dei piccoli gesti e accortezze per rendere il mondo un posto migliore.

Si può ad esempio utilizzare oggetti biodegradabili, spostarsi a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici, evitare gli sprechi, ottimizzare i consumi e ridurre l’utilizzo di materiali inquinanti come possono essere i toner delle stampanti o di acquistarne di modelli che hanno un bassissimo impatto ambientale.

Anche fare la raccolta differenziata dei rifiuti può contribuire a mantenere più pulito l’ambiente, soprattutto quando permette anche di riciclare alcuni materiali.

È fondamentale insegnare anche ai più piccoli l’importanza dell’ecologia e includere anche loro nelle attività di tutti giorni volti alla salvaguardia dell’ambiente.

Un’ottima pratica, ad esempio, è di insegnargli che le confezioni delle loro merendine preferite vanno nella plastica,che poi verrà utilizzata per produrre altri oggetti come i loro giocattoli nuovi, così anche loro saranno invogliati a fare la propria parte.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24