Disagi per le lavoratrici ex LSU ed appalti storici che operano nel progetto “Scuole belle”


A denunciare la mancanza di futuro e la precarietà del posto di lavoro è la FILCAMS – CGIL provinciale. A fronte di una diminuzione della redditività per le operatrici vi è stato un aumento dei carichi lavorativi.  Il progetto “Scuole belle” era stato avviato per dare maggiore decoro e pulizia ai plessi scolastici della provincia, ma con il passare del tempo le lavoratrici si sono trovate ad effettuare manutenzioni straordinarie e piccoli lavori edili spesso sotto le intemperie ed anticipando trasferte di propria tasca. Fino ad oggi, seppur con uno stipendio di circa 700 euro, le lavoratrici hanno cercato di sopportare, ma con la riduzione delle ore di pulizia per  il nuovo anno scolastico la situazione è diventata insostenibile. Per questi motivi domani a partire dalle 8:00 davanti il Liceo Scientifico di Avezzano verrà fatto volantinaggio per far conoscere alla gente ed agli organi di stampa il disagio.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24