Istituto Fontamara, oggi i Giochi di Fine Anno presso lo stadio “Tofani” di Cerchio


Oggi, giovedì 31 maggio, si svolgeranno presso l’impianto sportivo del comune di Cerchio i “giochi di fine anno dell’Istituto Comprensivo Fontamara“. In questa giornata i bambini delle classi di Pescina Centro, Pescina Valente, Cerchio e San Benedetto saranno impegnati in attività sportive per essere testimonial di fair play e di sane abitudini.

La manifestazione è la conclusione di due progetti CONI, “scuola in movimento” e “sport di classe”. Queste iniziative hanno avuto lo scopo di mettere in evidenza la necessità dell’educazione fisica nella scuola primaria e divulgare quanto possa essere importante lo sport nella vita di tutti i giorni.

Durante l’anno scolastico tutor sportivi sono stati i portavoce di questo concetto svolgendo sia attività in palestra sia lezioni frontali in classe per trasmettere ai bambini un’esperienza pratica e didattica di quello che è l’attività sportiva.

Tra gli esperti CONI che hanno partecipato alla realizzazione di questa giornata c’è Federico Di Felice, ormai al suo terzo anno di collaborazione con l’istituto scolastico, il quale ci conferma quello che in molti sanno:

“Lo sport è un elemento fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei bambini, qualsiasi attività motoria posta come insegnamento aiuta a sviluppare corpo e mente ed è garanzia di educazione alla motricità e del rispetto delle regole, non solo in ambito sportivo. Durante la mia esperienza a scuola ho notato molto entusiasmo e coinvolgimento da parte degli alunni durante le ore di attività ma una parte di loro esprimono dei deficit motori dovuti alla loro poca esposizione al gioco, alle poche opportunità di trascorrere tempo all’aperto e magari stando insieme fra coetanei, l’avere sane abitudini alla pratica sportiva… questo è un problema abbastanza risolvibile. facendogli fare sport con frequenza e continuità. Spero che proprio loro, attraverso gli insegnamenti ricevuti, siano l’esempio per i genitori e per quelle generazioni, vecchie e nuove, che preferisco la sedentarietà al moto, perché l’unica medicina per star bene è il movimento”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24