LANCIANO – STABILI LE CONDIZIONI DELLA DONNA FERITA NEL CROLLO DEL PONTE MORANDI DI GENOVA


Le condizioni restano stabili di Rita Giancristofaro, 40 anni, agente immobiliare di origini lancianesi e residente a Trieste, volata giù con l’auto dal ponte Morandi a Genova, a seguito del crollo improvviso che ha causato la tragica morte di 38 persone. La donna ricoverata a Genova restano gravi ma stabili, ha riportato fratture agli arti, ma piu’ preoccupante resta il trauma cranico e polmonare, già sottoposta a due interventi. Domani si spera in notizie di miglioramento del quadro clinico. Giancristofaro, era partita quella mattina da Trieste per andare a visitare per la prima volta l’Acquario di Genova, insieme al compagno, Federico Cerne, anche lui ricoverato ma in condizioni meno gravi. Un volo di 40 metri, bloccata in auto in bilico tra la vita e la morte fino a quando i soccorritori l’hanno raggiunta e tirata fuori dalle macerie: è arrivata in ospedale cosciente. Sono 38 le vittime del tragico crollo, 15 feriti di cui 5 in codice rosso, alcuni dispersi,oltre 600 sfollati. Straordinaria la macchina dei soccorsi che da tre giorni, notte e giorno continua a lavorare, continua a fornire speranza per i dispersi. Per il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, con il passare delle ore “è poco probabile trovare superstiti” sotto le macerie e il numero dei morti è destinato ancora “ad aumentare sensibilmente”.

Commenti Facebook

About J P