MULTE ELEVATE CON AUTOVELOX, OCCHIO ALLA DATA DI TARATURA DELL’APPARECCHIO


Cambiano le tarature degli autovelox e le multe elevate dal 1° Agosto potrebbero essere annullate. Questo fatto è dovuto alle nuove modalità di taratura degli apparecchi, soggetti a modalità di applicazione più stringenti che inizialmente potrebbero non essere state rispettate in pieno.

Le nuove modalità sono legate ai test che hanno effettuato per tarare gli autovelox, quelli però mobili, che vengono spostati di volta in volta, per quelli fissi invece no, in quanto automatici.

In pratica nelle nuove operazioni di verifica della funzionalità dell’apparecchio, hanno effettuato dei test su velocità che vanno dai 30 ai 230 km/h, a differenza di quelli precedenti che non pretendevano velocità così elevate, ma molte volte si limitavano ai 200 Km/h.

Dunque, se si dovesse ricevere una multa, bisognerà verificare sul verbale la data in cui l’apparecchio è stato tarato. Se questa è successiva al 31 luglio 2017, si può chiedere al comando responsabile della contravvenzione,  di fornire la documentazione da cui si evincano le velocità alle quali sono stati svolti i test. Questo potrebbe creare problemi pratici, in quanto gli uffici di solito hanno solo il certificato di taratura, che è il documento ufficiale necessario ad attestare l’avvenuta operazione ma di solito non specifica fino a quale velocità si sono svolte le prove.

 

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24