PENNE : MALORE PER UN BIMBO DI 2 ANNI, MA L'AMBULANZA NON ARRIVA


Un bimbo di 2 anni è stato salvato dopo un malore improvviso da una pediatra dell’Utap che lo ha soccorso e accompagnato personalmente al pronto soccorso poiché l’ambulanza sarebbe potuta arrivare solamente dopo mezz’ora.

Come riportato dall’edizione de “Il Centro”, il piccolo accusava crisi febbrili già da qualche giorno e tanto che la mamma, la signora Silvia Chiarella, ha deciso di farlo visitare dalla pediatra di fiducia a Penne.

“Pur essendomi trasferita da qualche tempo a Marina di Città Sant’Angelo – ha raccontato al quotidiano – ho voluto per i miei figli sempre la stessa pediatra di Penne. Giovedì pomeriggio, dopo aver fatto visitare mio figlio nello studio della dottoressa all’Utap, me lo sono visto svenire tra le braccia poco dopo essere uscita dall’edifico dell’Unità territoriale assistenza primaria, in via Caselli. In preda al panico sono rientrata all’Utap e con l’aiuto della dottoressa abbiamo chiamato i soccorsi del 118. L’ambulanza ha tardato mezz’ora per arrivare e così la dottoressa ha deciso di accompagnarlo personalmente al pronto soccorso del presidio ospedaliero del San Massimo. Dopo essere stato visitato, mio figlio è stato immediatamente trasferito all’ospedale di Pescara dove è tuttora ricoverato nel reparto di pediatria.

Ennesimo caso di mala sanità , per un’ambulanza che sarebbe dovuta arrivare da Pianella , in quanto non disponibile a Penne .

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24