Rimini, l’ultimo stupratore ha 20 anni e richiedeva asilo


E’ rifugiato politico dal 2015 ed aveva permesso per rimanere in Italia fino al 2018. Butungu, l’ultimo stupratore di Rimini, è stato catturato sul treno che lo avrebbe dovuto portare a Pesaro, probabilmente crocevia per poi fuggire in un altro Paese. Aveva con sé quattro valigie e quando gli agenti lo hanno preso ha addirittura provato a negare la sua identità. 20enne congolese, è autore dello stupro collettivo e delle violenze a danno di una coppia polacca.

Prima di lui sono stati arrestati due fratelli nati in Italia da genitori marocchini di 15 e 17 anni e un 16enne nigeriano. Butungu ha tentato disperatamente la fuga ma è stato intercettato grazie all’utilizzo di telecamere di videosorveglianza e del monitoraggio del suo telefono cellulare.

Oltre alla coppia polacca, perpetrarono violenze anche a danno di un trans peruviano.  Gli uomini delle squadre mobili di Rimini e Pesaro e dello Sco hanno completato la caccia all’uomo, ora si attende di sapere come saranno puniti gli autori di queste violenze che hanno segnato per sempre la vita delle vittime.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24