USA. ANCORA VITTIME, LA VIOLENZA PADRONA DELLE STRADE


San Bernardino, California. Un uomo è morto in una sparatoria con la polizia, la sera di sabato 13 giugno. Gli agenti hanno ricevuto la segnalazione di una persona che si aggirava armata nei pressi di una stazione di servizio. Giunti sul posto, hanno riconosciuto il sospetto dalla descrizione ricevuta via radio e hanno notato che in mano aveva un oggetto di forma simile ad una pistola. Subito dopo è nata una sparatoria e l’uomo, come riportato dalla CNN, di origine ispanica, è stato raggiunto da diversi colpi. Prontamente soccorso, è spirato in ospedale.

L’uomo segnalato alla polizia con in mano quella che sembra una pistola

Gli Stati Uniti stanno vivendo tra le ore più buie degli ultimi anni, un vortice di violenza sta attraversando tutte le principali città con manifestazioni e proteste che rivendicano la parità dei diritti tra bianchi e neri, comprese tutte le altre minoranze che compongono la società statunitense. Quello che da tutti è percepito come il paese più evoluto, simbolo di democrazia a cui ambire, nasconde molti lati oscuri. In questi giorni, le rivolte hanno acceso i riflettori sui punti deboli di una società che troppe volte ha ignorato i suoi problemi, al punto tale da diventare vittima di se stessa. Quella di stanotte a San Bernardino è l’ennesima vittima che, anche se risultasse per niente collegata alle proteste che imperversano nel paese a stelle e strisce, fa comunque riflettere su come tutto viene amplificato e strumentalizzato da un sistema sbagliato. La notizia dell’uccisione da parte della polizia, è stata da subito quella legata alle origini dell’uomo morto nella sparatoria. Si è dato subito risalto al fatto che fosse ispanico mentre i poliziotti, bianchi.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24