Sante Marie ricorda don Beniamino Vitale a 50 anni dalla sua scomparsa. Il sindaco Berardinetti: uomo di rara sensibilità e coraggio, sempre al fianco della sua gente


Sante Marie. Una lapide per ricordare don Beniamino Vitale, storico sacerdote di Sante Marie amatissimo dalla comunità locale che, anche a distanza di anni, lo ricorda con affetto incondizionato. Nel corso della mattinata di ieri, domenica 25 agosto, in corso Garibaldi, è stata svelata la targa per omaggiare la memoria del “prete della carità”, del “difensore dei poveri e dei deboli”, come veniva affettuosamente chiamato in paese. Soprannomi, questi, che sono per lo più una vera e genuina testimonianza del grande impegno profuso per la sua gente, per i più bisognosi, per coloro i quali necessitavano di un punto di riferimento nella loro vita. Don Beniamino Vitale, per loro, c’era sempre.

L’appuntamento, al quale hanno preso parte il parroco, padre Michelangelo Pellegrino, oltre agli alpini del paese, i carabinieri in congedo e i familiari di don Beniamino, si è tenuto in occasione della ricorrenza dei cinquanta anni dalla sua scomparsa. I parenti e l’amministrazione comunale hanno voluto celebrare l’uomo e il sacerdote i cui insegnamenti sono un prezioso retaggio per gli abitanti del borgo marsicano.

“E’ stata una figura di rilievo per la nostra comunità”, ha affermato commosso il sindaco Lorenzo Berardinetti, “amato, seguito, ascoltato dai giovani e dai più anziani del nostro paese. Un simbolo di amore, pace e carità cristiana. Una figura sempre al fianco della sua gente. La stessa che oggi ha voluto stringersi attorno alla sua memoria, mai offuscata dal decorso del tempo. Don Beniamino è stato sacerdote di Sante Marie ma, soprattutto, un indimenticabile amico di noi tutti. Ecco perché ho inteso creare un gruppo di studio che porti il suo nome”, ha concluso Berardinetti

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24