Amazon Business

2a categoria, è lotta a 5 per la vetta. Le voci dei protagonisti


Si è giocato domenica il recupero della prima giornata di ritorno del campionato di seconda categoria girone b, rinviata per maltempo. La sorpresa più grande riguarda la vittoria del Collarmele contro la capolista Pro Celano che viene agguantata in vetta dal Civitella, vittorioso sul Cese per 2 a 0.

L’Ortigia si sbarazza del Villa per 2 reti a 0 e si conferma al secondo posto, mentre va momentaneamente in frantumi il sogno del Bugnara di andare da solo in vetta a causa del pari per 1 a 1 contro il Caruscino. Bugnara che però ha ancora una partita in meno. Stesso punteggio tra Deporivo Luco e Marruvium.

Leggiamo le dichiarazioni dei protagonisti.

Civitella – Cese 2 – 0

Da Civitella Roveto: “Protagonista assoluto del match Simone Sabatini ,autore di una doppietta.
Primo tempo complicato, merito anche di un Cese ordinato e compatto, che imbriglia spesso la manovra rossoblu con raddoppi sistematici, soprattutto a spese di Alfano.  Nella ripresa però l’ex Paterno risolve la pratica. Prima raccoglie una respinta imperfetta del portiere e saltando un avversario deposita in rete.  Poi disegnando un arcobaleno su punizione sancisce il raddoppio.
Reti che spengono le pretese degli ospiti e fanno volare l’Atletico, impegnato nel prossimo match proprio con Collarmele, la squadra che ieri ha superato Celano in questo finale thriller di campionato.”

Deportivo Luco – Marruvium 1 – 1 (Barbonetti (D), Boccacci )

Luigi Angelucci, allenatore del Deportivo: “Siamo scesi in campo un po’ molli, forse sentendo troppo la partita. Dopo due buone occasioni non concretizzate, siamo passati in vantaggio con Barbonetti su rigore. Nella ripresa il loro portiere si è superato più volte e come al solito, complice la poca esperienza, al 90′ rigore contro e 1-1 finale. Rimaniamo umili e affrontiamo il finale di stagione cercando di vendere cara la pelle e fare più punti possibili”.

Giuseppe Giandomenico, calciatore del Marruvium: “E’ stata una partita maschia quella disputata sul campo Jaguar di Luco. D’altronde c’erano in palio punti salvezza. Il primo tempo è stato molto equilibrato ma con poche emozioni, l’unica degna di nota il rigore che l’ingenuo Bertone ha commesso alla mezz’ora sul centravanti avversario che si allontanava dalla porta. Nella ripresa abbiamo ricercato con più insistenza il pareggio, mentre i locali sono stati attenti a non scoprirsi.
Finalmente a un quarto dalla fine Boccacci è stato atterrato in area e l’ottimo arbitro ha decretato il penalty che lo stesso attacccante trasforma con freddezza. Pari giusto”.

 

Villavallelonga – Ortigia 0 – 2 

Matteo D’Agostino, allenatore e giocatore dell’Ortigia: “Risultato mai in discussione. I ragazzi Hanno disputato una partita di carattere e dimostrato di aver appreso quanto fatto in settimana. Alleno un gruppo straordinario, siamo indubbiamente quelli meno quotati per la vittoria finale perché non annoveriamo tra le nostre fila giocatori di altre categorie. La pressione ce l’hanno tutta gli altri. Un campionato straordinariamente equilibrato quanto affascinante. Lottiamo per un posto per i play off. Auguriamo a mister Barile, trainer del Villavallelonga, la salvezza per quanto visto domenica. Da oggi i miei lavoreranno duramente per prepararsi al meglio per il derby con la marruvium. Forza Ortigia!”

 

Collarmele – Pro Celano 2- 1. 

Sandro D’Agostino, giocatore del Collarmele: “Siamo partiti bene ed abbiamo giocato un ottimo primo tempo, poi nel secondo siamo scesi fisicamente anche perché eravamo 11 contati. E’ stata una partita molto bella da vedere, ci abbiamo messo molta cattiveria e alla fine abbiamo vinto noi”.

Guglielmo Rocchi, allenatore della Pro Celano: “E’ stata una settimana assurda perché non siamo abituati a giocare 3 partite con una settimana. Abbiamo avuto due partite molto dure, Civitella e Collarmele. Nella prima avevo degli assenti importanti perché la gente lavora e non è facile essere presenti nei turni infrasettimanale e siamo andati molto rimaneggiati e dopo pochi minuti ho anche dovuto sostituire Albertazzi che si è fatto male, poi la gara è stata decisa dai rigori: loro ne hanno segnati 2 e noi ne abbiamo sbagliato 2 con Marfia. Domenica a Colarmele dopo 5 minuti si è stirato Villa che ho dovuto sostituire, la stanchezza accumulata è venuta a galla e non avendo molti cambi siamo andati in difficoltà. Abbiamo dato possibilità alle altre di rientrare in corsa per la prima posizione, adesso sappiamo che è dura perché ci sono altre 3 squadra molto forti. Se saremo più bravi bene, altrimenti ci giocheremo i playoff. Dispiace per aver perso Villa. Ricominciamo a lavorare, domenica abbiamo una partita importante. E’ ancora tutto aperto, anche se Bugnara ha una partita in meno. Purtroppo questo è un campionato molto strano, corto ed equilibrato. Lasciatemi dire che l’organizzazione della Lega è stata penosa perché non si può stare 2 mesi senza giocare e poi mettere insieme una partita ogni 3 giorni, non è possibile e se non hai una rosa non vasta è ovvio che queste cose le paghi. Una critica importante la faccio all’organizzazione. Andiamo avanti e ripartiamo lavorando da subito e vedremo se saremo in grado di reggere il passo delle altre”.

 

Bugnara – Caruscino 1 – 1

Gianluca Casanova, allenatore del Bugnara: “Bella gara tra 2 buone squadre, molto tosta agonisticamente. Avevamo qualche assente importante come Colarossi, Casasanta e Gargaro, comunque ben rimpiazzati. Primo tempo equilibrato si è chiuso 0 a 0. Nella ripresa un gran tiro di Patanè è stato parato dal nostro portiere, poi loro sono stati furbi a battere velocemente una punizione e a portarsi in vantaggio. Ho inserito 2 giovani attaccanti, Di Prata e Lo Stracco, per poi pareggiare con Coccovilli. Abbiamo messo poi in pratica l’ultimo forcing finale e ci è stata annullata una rete per fuorigioco, su cui non polemizziamo assolutamente. Il pari è giusto, le squadre si sono equivalse. Faccio i complimenti al Caruscino, aspettiamo domenica il Villa in casa.”

Cesare Stornelli, allenatore del Caruscino: “In un campo difficile, contro una delle squadre a mio giudizio più forti del campionato e accreditata alla vittoria finale, abbiamo giocato la partita a viso aperto, senza timore reverenziale. Per questo sono molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi. Nel primo tempo il Bugnara ha creato qualche occasione più di noi, sventata dagli interventi del nostro portiere. Nel secondo tempo invece siamo andati meglio noi creando qualche occasione da gol, passando in vantaggio con un gol di ottima fattura di Patanè che si è visto negare anche il raddoppio da una pregievole parata del portiere che ha deviato un tiro sulla traversa. Il pareggio del Bugnara è scaturito da un errore della nostra difesa e poi a pochi minuti dalla fine non abbiamo concretizzato una buona occasione avuta all interno dell area di rigore. Comunque il pareggio rispecchia l andamento della partita e un punto sul campo del Bugnara ci rende soddisfatti. Voglio, anche per questa partita, rimarcare la correttezza espressa dalle due squadre in campo. A questo punto del campionato, per quanto riguarda la classifica della coppa disciplina, la mia squadra è la prima del nostro girone, piccola soddisfazione per i sacrifici dei nostri dirigenti.”

 

Ha riposato il Castronovo.

 

Fonte MarsicaSportiva.it

 

Per consultare calendario, risultati e classifica clicca qui.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

COCULLO. VEICOLO FERMO DENTRO LA GALLERIA DISAGI ALL CIRCOLAZIONE

Un mezzo fermo  all’interno della galleria di Cocullo sta creando disagi alla circolazione. I rallentamenti, …