ATTENZIONE ALLA TRUFFA DELLO SPECCHIETTO ROTTO


Sono tornati in azione alcuni  malviventi che con il trucco di uno specchietto rotto alla vettura cercano di truffare i malcapitati.

Casi che si ripetono con una certa periodicità, questi delinquenti non agiscono mai da soli, ma si muovono in gruppo.

“Se qualcuno vi ferma per strada”, ha scritto in un post Giancarlo Sociali, Responsabile della Polizia Locale di Aielli, “dicendo che gli avete urtato lo specchietto della propria autovettura chiamate subito le forze di polizia. Il trucco consiste nel farvi credere che la vostra macchina, abbia involontariamente urtato il retrovisore della loro. A voi si farà sentire il rumore di un colpo secco molto forte sulla vostra carrozzeria, di solito sulla fiancata, (provocato in realtà da una pallina, un bastone, ecc…) dando l’illusione di un urto immediato. Subito dopo entrerà in scena i lampeggiamenti e un auto vi intimerà di fermarvi. Il conducente sosterrà che gli avete rotto lo specchietto, indicando il suo retrovisore chiaramente già danneggiato e vi cercherà di convincere ad un esborso di 100 o 200 euro senza mettere di mezzo assicurazione o vigili, magari anche con l’aiuto di “un compare”, pronto a testimoniare che è andata proprio così. A questo punti molti hanno pagato, convinti di aver recato un danno, o per paura che dalla truffa si passi alla rissa. Se vi trovate vittime di simili segnali quali colpo, lampeggianti, uomo minaccioso che chiede di accostare, si suggerisce di non fermarvi e chiamare le forze di polizia dal cellulare restando all’interno della vostra auto”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24