Avezzano, chiude ex Ferrovia di via Trara. Residenti in Comune, Di Pangrazio contro Piccone


Avezzano.  Scontro aperto tra i residenti di via Paganini, il Comune di Avezzano e Trara S.r.L., di proprietà dell’imprenditore Ermanno Piccone, padre dell’Onorevole Filippo Piccone.

La diatriba riguarda la ferrovia di Via Trara, oggi abbandonata, che conduceva all’ex zuccherificio.

 

Ieri, i residenti delle aree che sorgono nelle adiacenze della ferrovia, hanno avuto un incontro con il Sindaco Gianni Di Pangrazio, al quale hanno evidenziato come la Trara stia recintando la strada ferrata, peraltro di sua proprietà, arrecando forti disagi agli abitanti del posto. Nell’incontro, chiesto da Nazzareno Di Matteo, i cittadini delle zone interessate hanno evidenziato come loro, lì, vi abitano da oltre 50 anni ed ora, con questa delimitazione da parte della Trara, gli spazi si sono ridotti notevolmente e sono venuti fuori problemi legati soprattutto alla mobilità ed al transito dei veicoli. Un fatto che ha innescato la rabbia dei residenti, i quali rivendicano dei diritti acquisiti nel corso degli anni.

Il sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio ha invitato l’on. Piccone a “fermarsi prima di Paterno, che qui ci siamo ancora noi”. La Trara S.R.L. ha chiuso i binari per motivi di sicurezza: adesso l’area risulta abbandonata ed in stato di abbandono e sporcizia.

Si parla di una trattativa per l’acquisto da parte del Comune della tratta interessata.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24