AVEZZANO. CONTRIBUTI ALLE IMPRESE, AMMESSE 235 DOMANDE SU 237


         Silvagni e  Mercogliano: uffici al lavoro per le verifiche pro-erogazione

   Porte aperte, con riserva, a 235 domande su 237, presentate dalle imprese per ottenere i contributi (50%) su spese e investimenti fino a un massimo di 1500 euro. Scatta la fase due per l’erogazione  degli “aiuti”, 250 mila euro, messi sul tavolo dall’amministrazione Di Pangrazio, per sostenere imprese, istituzioni sociali e sportive operative nel territorio comunale. Il Suap ha approvato e pubblicato la graduatoria, (escludendo due domande: una presentata fuori tempo massimo, l’altra perché il richiedente risiede in altro Comune).

 L’atto amministrativo del dirigente del Suap ha aperto la strada alla presentazione della documentazione di spesa (effettuata dal 24 novembre al 31 dicembre) compreso il Durc propedeutici alla verifica finale apripista dell’erogazione del contributo. Naturalmente per chi è in regola.

   “Il contributo messo a disposizione dall’amministrazione Di Pangrazio al mondo produttivo, messo in difficoltà dall’emergenza sanitaria”, affermano i consiglieri Carmine Silvagni e Lucio Mercogliano, “ha l’obiettivo di sostenere la ripresa dell’economia locale messa a dura prova dall’emergenza sanitaria”. Il plafond di 250 mila euro è mirato a sostenere gli investimenti in macchinari, impianti e ristrutturazioni aziendali, nonché l’acquisto di merci destinate alla vendita e al consumo di nuovi prodotti, da parte delle imprese, delle società sportive e delle istituzioni sociali private già insediate nel territorio comunale.

    Via libera, quindi, alla rendicontazione degli investimenti dei 235 operatori, piccole imprese, liberi professionisti, associazioni sportive e istituzioni sociali ammessi al beneficio, con riserva, apripista della concessione dei contributi (50%) richiesti.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24