Coppa Italia, Paterno sconfitto dal Troina: 0-1


Il sogno del Paterno rischia seriamente di infrangersi. Nell’andata della semifinale di Coppa Italia Dilettanti, i nerazzurri sono usciti sconfitti dallo Stadio Corvi di Canistro per 1 a 0 per mano dei siciliani del Troina. A decidere la sfida è stata una rete di Romeo al 30′ del secondo tempo dopo un match giocato sottotono dal Paterno, complice anche la solidità e la forza della squadra avversaria. Per i nerazzurri, che forse iniziano ad accusare il doppio impegno Campionato-Coppa, ora servirà un’impresa tra sette giorni in terra siciliana.

La partita – Per inseguire il sogno della finale, Lucarelli conferma l’undici vittorioso nelle ultime due uscite contro Tortolì in Coppa Italia e Francavilla in Campionato. Solito 4-2-4 con Kras e Vitale a centrocampo in supporto del quartetto offensivo Di Ruocco-Aquino-Leccese-Bolzan. In difesa, davanti a Serpietri, confermati Di Iorio e Di Rocco sulle fasce, con D’Amico e Di Stefano centrali. Di fronte ai nerazzurri una vera e propria multinazionale con ben otto stranieri tra i titolari del Troina. Mister Pagana schiera i suoi con un 3-5-2 che a tratti diventa un 4-4-2 con l’esterno Ficano a fare gli straordinari sulla fascia destra. Tandem offensivo formato da Diallo e Fernandez Cipolla, con Ott Vale e De Souza a dare qualità a centrocampo. La partita inizia a ritmi blandi con un Troina accorto ed un Paterno che fa fatica a trovare spazi. La prima occasione da gol è per gli ospiti con Diallo che, in area piccola, non riesce ad indirizzare il suo colpo di testa e la palla è facile preda di Serpietri. Dopo 180 secondi, i nerazzurri replicano con un cross pericolo di Kras sul quale Bolzan viene anticipato dall’ottima retroguardia siciliana. Il match scorre via con un Paterno più opaco del solito che soffre soprattutto a centrocampo, con gli ospiti che hanno la meglio sotto il punto di vista della qualità e della quantità. Dalla mezz’ora, perciò, Lucarelli è costretto ad abbassare Bolzan sulla linea di centrocampo passando ad un 4-3-3 con Leccese e Di Ruocco sulle ali offensive a supportare la punta centrale Aquino. Al 43′ il Troina perde Diallo che è costretto ad abbandonare il campo a causa di un infortunio, al suo posto Pagana lancia Marullo. Si va al riposo dopo un primo tempo intenso ma povero di occasioni da gol, dato anche il gioco spezzettato dai molti falli delle due formazioni. La ripresa inizia con il Paterno all’assalto che porta il primo vero pericolo alla porta siciliana dopo appena due minuti di gioco. Su un cross di De Iorio, Leccese schiaccia di testa e colpisce il palo esterno alla destra del portiere Lizzoni. Che non sia giornata per i marsicani lo dimostrano anche le prestazioni sottotono dei singoli, a cominciare da Di Ruocco e Vitale. Ciò nonostante, il Paterno prova a costruire ma viene respinto dalla solidità dei siciliani, con un ottimo Del Col a comandare la difesa dei rossoblu. Al 13′ Lucarelli toglie Bolzan e Leccese e manda in campo Puglia e Albertazzi passando ad un 4-3-3 puro con l’esterno ex Avezzano a destra del tridente offensivo. Lo spettacolo, però, stenta a decollare con i marsicani che riescono a schiacciare gli ospiti nella propria trequarti. Al 24′ il Paterno ritorna al 4-2-4 con l’ingresso di De Patre al posto di Vitale. Cinque minuti più tardi il Troina passa in vantaggio. Su una ripartenza veloce dei rossoblu, il neo entrato Romeo manda a vuoto D’Amico su una palla alta e fredda Serpietri con un tiro all’angolino sinistro. Scosso dal vantaggio del Troina, il Paterno si riversa nella metà campo avversaria in cerca della rete del pareggio. L’occasionissima capita sulla testa di De Patre ma l’attaccante nerazzurro colpisce debolmente e trova la respinta sulla linea di porta da parte di un difensore rossoblu. Tra gli undici marsicani iniziano a saltare gli schemi, e la legge del calcio quasi quasi non premia il Troina che sfiora il raddoppio con Marullo che calcia debolmente tra le braccia di Serpietri dopo un coast to coast di Del Col da corner del Paterno. In pieno recupero tiro da fuori di Di Rocco che trova la pronta respinta in angolo di Lizzoni. Finisce tra i rimpianti del Paterno, entrato in partita troppo tardi e che ha sofferto parecchio l’organizzazione dei siciliani.

Serve un’impresa al ritorno, ora testa all’Acqua & Sapone – La partita di ritorno è in programma mercoledì prossimo 5 aprile a Troina (in provincia di Enna). Per il sogno della finale, agli uomini di Lucarelli servirà una vera e propria impresa in uno stadio che si preannuncia caldissimo vista anche la nutrita presenza odierna dei tifosi siciliani che hanno popolato il settore ospiti del Corvi di Canistro. Domenica testa rivolta di nuovo al campionato con la delicata trasferta sul campo dell’Acqua & Sapone.

Buone notizie dal campionato – Se in Coppa Italia la giornata non è stata delle migliori, buone notizie per il Paterno arrivano dal Campionato di Eccellenza. Nel recupero della 22/esima giornata, la capolista Martinsicuro non è andata oltre il pareggio sul campo della Virtus Teramo. Peggio è andata ai Nerostellati, seconda forza del torneo, che sono stati sconfitti per 2 a 0 a Cupello. In classifica la situazione recita Martinsicuro 61, Nerostellati 59 e Paterno 57. I nerazzurri recupereranno la partita di Miglianico il prossimo 9 aprile.

Paterno – Troina 0-1

Marcatori: Romeo al 30’st

Tabellino

Paterno: Serpietri, Di Rocco, De Iorio, Vitale (dal 24’st De Patre), Di Stefano, D’Amico, Di Ruocco, Kras, Aquino, Bolzan (dal 13’st Puglia), Leccese (dal 13’st Albertazzi). Allenatore Lucarelli.

Troina: Lizzoni, Del Col, Orlando, Tuninetti, Silvestri, Fricano, Souare, De Souza (dal 37’st Romeo), Diallo (dal 43’pt Marullo), Ott Vale, Fernandez Cipolla (dal 15’st Melillo). Allenatore Pagana.

Ammoniti: Bolzan (P) al 12’pt, Orlando (T) al 20’pt, D’Amico (P) al 38’pt, Marullo (T) al 9’st, Tuninetti (T) al 24’st, Di Stefano (P) al 26’st, Albertazzi (P) al 33’st

Espulsi: –

Recupero: 3′ – 4′

Fonte: MarsicaSportiva.it

Luca Pulsoni

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24