Eroina, cocaina e coltivazione domestica di marijuana: doppia operazione della Polizia nel pescarese


Una nuova operazione della Polizia di Stato nell’ambito delle attività di controllo del territorio, disposte dal Questore Francesco MISITI, è stata condotta nelle ultime quarantotto ore, dal personale della Squadra Mobile e delle Unità Cinofile della Questura di Pescara. Operazione che ha portato all’arresto di due persone e alla denuncia in stato di libertà per il reato di spaccio di stupefacenti.

Il primo sequestro è stato effettuato martedì mattina a Montesilvano (PE), dove sono state sequestrate, a casa di un pregiudicato del posto, E.D. classe 1986, 4 piante di marijuana che erano messe a dimora in una serra domestica.

Il secondo blitz è scattato ieri mattina in Via Tavo, presso il così detto “Ferro di Cavallo”, a casa di Luigi CIARELLI, classe 1995, che è stato trovato in possesso di 47 grammi di eroina e 3 di cocaina. A suo carico, inoltre, sono stati sequestrati 461 euro in contanti, un bilancino elettronico e materiale vario per il confezionamento delle dosi. L’uomo è stato arrestato e, su disposizione del P.M. di turno (dr. Paolo Pompa), collocato agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

Il terzo intervento, nella serata di ieri, ha interessato la zona della riviera nord dove, a casa di un giovane incensurato del posto, M.C. classe 1989, i poliziotti hanno trovato 18 grammi di cocaina suddivisi in dosi e materiale vario utile per il confezionamento dello stupefacente. Al predetto, inoltre, è stata sequestrata la somma in contanti di 9.975 euro.

Il quarto sequestro è avvenuto stamattina in Via Lago di Capestrano e ha portato all’arresto di DI ZIO Amalia, classe 1967, che in casa deteneva 800 grammi di cocaina, suddivisi in otto buste di cellophane. La donna, che è stata posta agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24