GARE DI MOTO SULLA STRADA CHE UNISCE OVINDOLI A CELANO, ANGELOSANTE: TOLLERANZA ZERO E PUGNO DURO VERSO CHI PENSA DI ESSERE IN PISTA E NON SU UNA STRADA


Tolleranza zero e pugno duro verso chi con le moto sfreccia ad altissima velocità lungo la strada che unisce Celano ad Ovindoli e non solo. Il sindaco Simone Angelosante non usa mezzi termini e preannuncia misure importanti per fermare un fenomeno dilagante che nel corso degli anni ha provocato, purtroppo, anche molte vittime.

“La strada Statale che unisce celano ad Ovindoli non è un circuito per moto”, ha tuonato il primo cittadino, “ centauri che con moto anche truccate mettono a repentaglio la loro incolumità e quella degli altri. questo non è accettabile”, prosegue, “ l’altro giorno, una famiglia di turisti ha rischiato un incidente con due motociclisti che stavano gareggiando tra di loro. Fatto simile è capitato anche a me che mi sono visto sfrecciare davanti diverse moto ad oltre 150 km orari”. Angelosante ha fatto sapere che nel prossimo tavolo sulla sicurezza porterà tale problematica. “ Chiederò maggiore presenza della polizia stradale, i vigili del nostro comune utilizzeranno gli strumenti che hanno in dotazione per sanzionare chi non rispetta le regole. Su questa strada ci sono limiti di velocità, sul rettilineo ad esempio è di 50 km orari, ovviamente non rispettato, saremo inflessibili fin da ora, per questo ultimo periodo della bella stagione e per l’anno prossimo arriveremo preparati a fronteggiare questa che è diventata una vera e propria emergenza”.

Angelosante ha anche fatto sapere che come consigliere Regionale, vuole estendere tale iniziative su tutte le strade dell’Abruzzo interno, in particolare quella che da Gioia porta a Pescasseroli, teatro anche questa di molti incidenti anche mortali. “Anche io sono motociclista”, prosegue, ” ma un conto è godersi il paesaggio con belle passeggiate un conto e fare delle gare. La cosa che va evidenziata è che la maggior parte dei centauri che sfrecciano lungo queste strade non sono turisti, ma marsicani, dobbiamo fermare questa situazione con ogni mezzo”

Angelo Simone Angelosante, sindaco di Ovindoli
Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24