INKA ZULLI, CANDIDATA NELLA LISTA “ABRUZZO IN COMUNE”


La candidata guardiese per le prossime elezioni regionali di febbraio è l’Assessore Inka Zulli, nella lista “Abruzzo in Comune”, una delle tre liste legate al Presidente Giovanni Legnini.

32 anni, mamma di Emanuele, si dice orgogliosa di avere avuto l’occasione di far parte di questo progetto nuovo che vede protagonisti anche gli amministratori.

Inka Zulli ”Il candidato Presidente Giovanni Legnini, sa bene, vista la sua esperienza nell’amministrazione pubblica, quanto essere sindaco o assessore comporti sacrificio, studio e passione proprio perché sempre in diretto contatto con i cittadini e con i loro legittimi bisogni. Non a caso la presentazione della sua candidatura è avvenuta alla presenza di centinaia di amministratori, prendendo l’impegno ad approvare una legge che dia finalmente poteri al Consiglio delle autonomie locali.”

Inka Zulli da sempre interessata alla politica attiva, con comitati ed associazioni di volontariato, ha difeso l’ambiente del suo territorio e organizzato iniziative a tutela dei diritti e dei beni pubblici.

Inka Zulli: “Con entusiasmo e passione mi candido perché credo in questo progetto e in quello che rappresenta. Perché affonda le sue radici nella competenza e nell’esperienza e in questo preoccupante momento storico non solo italiano, ma globale, è necessario portare avanti un’idea progressista che può ripartire proprio dall’Abruzzo, rimettendo al centro le persone e i loro diritti.

La mia esperienza nelle Politiche sociali – sottolinea  Zulli- mi porta a vedere come indispensabili maggiori investimenti, non solo economici, sul welfare. Nessuno deve essere lasciato solo dalla rete di assistenza, soprattutto i soggetti più fragili. Le famiglie e le donne, hanno bisogno di risposte immediate e di vicinanza.

La programmazione regionale di questi anni ha riorganizzato i territori e dato gli strumenti per elaborare un piano sociale più efficiente, bisogna fare in modo che i fondi siano strutturali ed adeguati al bisogno e alla richiesta.

Questa candidatura rappresenta un ulteriore impegno preso con responsabilità e fiducia, nei confronti del territorio e del mio gruppo consiliare “Guardiagrele il bene in comune” che è parte fondamentale del lavoro che porto avanti e che nel 2015 ha lanciato un laboratorio simile a questo esperimento regionale, riunendo con successo, per un unico obiettivo comune, esponenti della società civile e forze politiche.  Proprio in questa ottica continueremo ad allargare il gruppo e ad includere quanti hanno creduto con noi in questo progetto innovativo.

Un grazie va Giovanni Legnini, uomo delle istituzioni sempre a disposizione del territorio, che ha accettato la richiesta sottoscritta dalla maggioranza dei sindaci di guidare il nostro Abruzzo ed è riuscito a riaccendere l’entusiasmo e la fiducia in tutti noi.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24