L’Abruzzo brucia, tre grandi incendi solo nella giornata di ieri


Tre differenti incendi, tanti uomini impegnati di tutte le forze dell’ordine per spegnerli, evacuare edifici e cercare di ristabilire l’ordine. L’incendio di maggiori dimensioni si è sviluppato, ieri, a Trasacco, nella Marsica. Un nostro inviato si è anche recato sul posto per trasmettere in diretta l’evento. Il monte Labbrone ha emesso una densa coltre grigia e le operazioni di spegnimento sono ancora in corso, oltre ai Vigili del Fuoco sono impegnati anche un elicottero e dei Canadair. Un altro vasto rogo è stato registrato tra Caramanico Terme e San Valentino in Abruzzo Citeriore (Pescara). 60 ettari in fiamme. Al lavoro numerose squadre dei Vigili del Fuoco di Pescara, dei Distaccamenti di Alanno e Popoli (Pescara), Protezione Civile, Carabinieri e Carabinieri Forestali. Il sindaco, Simone Angelucci, ha attivato il Centro operativo comunale (Coc).

Il terzo incendio si è sviluppato nel teramano, nei pressi del fiume Vomano, tra Notaresco e Castelnuovo.

Sul posto sono intervenute le squadre di vigili del fuoco di Roseto e Teramo, anche con l’ausilio di un elicottero che monitorava dall’alto. La zona interessata dalle fiamme è stata precisamente contrada Casabianca di Notaresco. A bruciare alberi, sterpaglia e canneti lungo il fiume.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24