L’UNIONE FA LA FORZA: CELANO E OVINDOLI INSIEME, PER AUMENTARE I SERVIZI E AGEVOLARE CITTADINI E TURISTI


Nei giorni scorsi, il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, ha annunciato la firma per la costituzione dell’ufficio unico di progettazione, “Open Europa”, tra i comuni di: Tagliacozzo, Cappadocia, Sante Marie, Scurcola Marsicana, Magliano de’ Marsi, Pereto, Rocca di Botte, Oricola.

Un progetto finanziato a seguito di un bando dalla regione Abruzzo per 70.000 €, che ha come finalità lo sviluppo delle politiche per il territorio e cogliere le opportunità offerte dalla programmazione 2014-2020 dei fondi diretti europei.

Argomento che è entrato nella discussione a margine della presentazione dell’accordo, tra Celano e Ovindoli in merito all’applicazione di tariffe agevolate per i residenti delle due municipalità, per l’utilizzo degli impianti sportivi di via la Torre (Celano) e degli impianti sciistici della Magnola (Ovindoli).

Il sindaco di Celano ha espresso amarezza e forti perplessità, per il fatto che lo stesso progetto presentato da Tagliacozzo e dai Comuni convenzionati è stato proposto anche da Celano con i rispettivi comuni convenzionati di: San Benedetto dei Marsi, Colarmele, Ortucchio, Lecce dei Marsi e Gioia dei Marsi e, non si capisce il perché l’uno, quello di Tagliacozzo, è stato finanziato dalla Regione, e l’altro, quello di Celano, no.

Santilli, ovviamente si è detto compiaciuto per Tagliacozzo e gli altri comuni convenzionati e molto dispiaciuto per Celano e gli altri comuni che non potranno godere dello stesso finanziamento, nonostante il medesimo progetto presentato per partecipare al bando, e non si potrà quindi fornire un supporto adeguato per lo sviluppo del turismo locale, magari per il semplice motivo di non avere la stessa considerazione politica in seno alla Regione, cosa che ovviamente si augura possa essere celermente smentita suffragando il mancato finanziamento con motivazioni adeguate e plausibili e farsene dunque una ragione. Dopo aver stigmatizzato l’accaduto, tuttavia lo stesso Sindaco ha sottolineato che: “Facciamo di necessità virtù evidentemente e soprattutto da soli. Il connubio tra i 2 enti locali riguarderà non solo gli impianti sciistici di Ovindoli e il palazzetto di Celano, ma punta a fornire una offerta a tutto tondo per i cittadini locali, ma anche, se non soprattutto, per i turisti”, ha spiegato Santilli.  “Le due amministrazioni metteranno a disposizione durante la stagione invernale, anche dei bus navetta da Celano per Ovindoli, per permettere a tutti, di giorno di godersi gli impianti sciistici e la sera assistere alle manifestazioni che si terranno presso l’auditorium E.Fermi ed altre strutture di Celano e degli eventi che le locali attività commerciali sapranno offrire”.

Non solo sci e impianti sportivi, infatti i consiglieri Barbara Marianetti di Celano e Vincenzo Iacchetta di Ovindoli, hanno preannunciato l’idea progettuale, di un percorso ciclo pedonale di circa 3 km che colleghi Santa Iona a Celano fino a Via Vestina che segue il percorso di Rio Santa Iona e Rio Pago, immerso nel verde e nella natura, a dir poco suggestivo e su cui si potrebbero riscoprire antichi monasteri abbandonati.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24