M5S Avezzano: la riforma della scuola e il “contributo volontario” obbligatorio


di Marco Nucci.

Avezzano. Il Movimento 5 Stelle Avezzano denuncia“contributo volontario” obbligatorio richiesto dagli istituti scolastici e informa le famiglie degli alunni sulle voci di costo che non dovrebbero essere imputabili per tale versamento.

I gruppo pentastellato avezzanese ribadisce che la scuola pubblica è un settore di importanza vitale per una società che voglia guardare al futuro.  Mentre l’attuale Governo affronta la questione con spot e propaganda, utili a distrarre l’attenzione dalla realtà dell’ultima riforma, i Licei e gli Istituti superiori di Avezzano sono costretti a richiedere, a tutti gli studenti, un contributo volontario, che in alcuni casi diventa obbligatorio.

Il contributo richiesto è imputato ad una serie di servizi, il cui costo, in base alle leggi dello Stato, non può gravare sulle famiglie degli studenti, in quanto rientrante nel generale diritto allo studio. Eppure, nonostante la marea di annunci fatti dall’attuale Governo Renzi, le scuole sono sempre più costrette a ricorrere a queste fonti di finanziamento, al fine di garantire il servizio.

Non stupisce, quindi la mole di segnalazioni ricevute dal Movimento 5 Stelle di Avezzano, riguardo le richieste di versamento del cosiddetto contributo finanziario annuo, avanzate da alcuni Istituti nei confronti degli studenti e delle loro famiglie, fino al punto da renderlo obbligatorio.

Vogliamo informare tutti i genitori che, in base alla normativa vigente, gli unici contributi obbligatori sono quelli richiesti per l’iscrizione alla quarta e quinta classe delle scuole superiori; oltre questi, la scuola non può imporre il pagamento di alcun ulteriore contributo. Pertanto, nessun Istituto, può richiedere come obbligatorio il pagamento di una somma per il rilascio del libretto delle giustificazioni, per la fornitura di fotocopie, materiale occasionale di cancelleria, per ricerche, verifiche, approfondimenti, ecc.

Allo stesso tempo, comprendendo ampiamente le difficoltà del caso, chiediamo ai dirigenti scolastici di astenersi dal rappresentare tale somma come obbligatoria, evitando ogni genere di pressione nei confronti degli studenti. Un simile comportamento, semplice a comprendersi, si trasforma in atti di discriminazione che, seppur non voluti, creano disagio alle famiglie in difficoltà economiche.

Il Movimento 5 Stelle di Avezzano invita quindi tutte le Istituzioni scolastiche a vigilare su quanto sopra e ad operare affinché, nella gestione quotidiana dei servizi che offrono, non si verifichino sprechi, invitando contemporaneamente studenti e genitori a continuare e segnalare ogni ulteriore disagio.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24