Meteo. Coda di perturbazioni nord-atlantiche in tutta la prima settimana di Gennaio 2021. Ecco cosa accadrà


Meteo. L’anno nuovo si aprirà con una fase piuttosto piovosa dal punto di vista meteorologico che coinvolgerà tutta la prima settimana del mese di Gennaio 2021 fino ad interessare anche il resto della prima decade. L’intensa dinamicità della circolazione atmosferica è dovuta alla presenza di aree di alte pressione con movimento verso nord/nord-est: un’area anticiclonica sull’Europa orientale di origine termica, ossia l’Anticiclone russo-siberiano e un’altra di natura semi-permanente di matrice oceanica, ovvero l’Anticiclone delle Azzorre. L’estensione dell’Anticiclone delle Azzorre che potrebbe legarsi con l’Anticiclone Russo potrebbe favorire il ponte di Weikoff con l’arrivo di masse d’aria molto fredda o gelida di origine artica sino all’Europa orientale e il Mediterraneo verso metà Gennaio. Torniamo a noi e passiamo al tempo che farà i primi di Gennaio che si dimostreranno variabili e piovosi per via dell’ingresso di masse d’aria umida e fredda tramite perturbazioni e basse pressioni ad esse annesse provenienti dal Nord Atlantico. Alla vigilia  dell’Epifania, dopo le piogge e le nevicate in montagna, un nucleo freddo e perturbato si genererà sull’Europa centro-occidentale dove si innescherà mediante un’irruzione fredda di matrice artico-marittima. Il vortice di bassa pressione si sposterà dal nord-ovest Italia al Centro-Sud dando vita a forti piogge e venti via via più freddi settentrionali e facendo nevicare fino a bassa quota dal Nord alle nostre zone interne appenniniche. Data la distanza di tempo che ci separa da quest’ultima tendenza, ne torneremo a parlare nei prossimi aggiornamenti. 

Tantissimi auguri di Buon Anno nuovo a tutti voi.

rc

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.