Meteo. Instabilità persistente sui rilievi in alternanza alle fasi soleggiate settembrine. Evoluzione “autunnale” incerta a metà mese


Meteo. Il campo di alta pressione in quota rimarrà livellato sulle nostre zone interne, a causa di un’area di bassa pressione alle stesse quote che favorirà lo sviluppo di nubi cumuliformi sui nostri rilievi appenninici occidentali abruzzesi e subappenninici laziali con lo sviluppo, ad evoluzione diurna, di nubi cumulonembi con associati locali piovaschi e sporadici temporali di calore. Tuttavia la moderata instabilità coinvolgerà solamente le nostre aree appenniniche, in particolare la Marsica o il settore occidentale, comprese le zone interne laziali ad essa confinanti. L’Appennino meridionale e le restanti regioni meridionali, compresa la Sicilia, saranno pienamente interessata dalla variabilità, ove si susseguiranno piogge e temporali alternati a schiarite e a sprazzi di sole, meglio sul settore tirrenico della Campania e della Calabria che sarà partecipe di ampi rasserenamenti o aree di bel tempo, esattamente come le coste pugliesi settentrionali, escluso il Salento dove ci sarà la possibilità di annuvolamenti e rovesci di pioggia sporadici e in un contesto variabile accompagnati da raffiche di vento in rinforzo. Le infiltrazioni d’aria fresca dalle aree balcaniche si attenueranno temporaneamente durante la giornata di martedì ripristinando condizioni di bel tempo per tutto l’arco della giornata, fatta eccezione per la Grecia. Ciononostante, nella giornata di mercoledì, ci sarà ancora possibilità di instabilità sui nostri rilievi appenninici con la possibilità di locali piogge e temporali diurni. Sia giovedì che il fine settimana saranno nuovamente all’insegna del bel tempo grazie all’estensione dell’alta pressione da ovest che tuttavia durerà pochi giorni. All’inizio della seconda decade di Settembre, infatti, un’area di bassa pressione o goccia fredda staccatasi dalla sua circolazione depressionaria originaria di matrice nord-atlantica, si potrebbe isolare sul Mediterraneo mediante l’espansione dell’Anticiclone delle Azzorre verso nord-ovest. Le condizioni meteorologiche, da lunedì 13, assumeranno caratteristiche pienamente tipiche di inizio Autunno e, se quest’ultima tendenza fosse confermata, si verrebbero a creare i presupposti per un periodo piovoso e temporalesco su tutta Italia arrecato da correnti d’aria fresca di Maestrale e successivamente di Tramontana scura e Grecale, ossia provenienti dai quadranti settentrionali, taluni recanti un drastico abbassamento delle temperature sia nei valori massimi che minimi.

Vi ringrazio e al prossimo aggiornamento meteo.

rc

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.