Meteo. L’aria mite subtropicale accentuerà il tepore primaverile. Il tempo migliorerà, ma l’Inverno inoltrato potrebbe riagguantare la mira


Meteo. Come preannunciato nello scorso articolo meteo, dopo un inizio settimana variabile e uggioso, con evidente natura atlantica, a partire dalle giornate di martedì e mercoledì, ossia a metà settimana, saremo avvolti dal tepore o dalle masse d’aria mite provenienti dal Nord Africa o dalle regioni subtropicali del nostro bacino del Mediterraneo. Tali fasi miti e dal chiarore primaverile sembravano quasi fossero assenti questo Inverno e invece eccole fuoriuscire dal cilindro della nostra tanto amata circolazione atmosferica Italo-mediterranea. Il riscaldamento globale permette poi, ad esclusione di queste deboli influenze de La Niña o ENSO positiva, il transito di aree di alta pressione che trainano polveri sahariane insieme all’aria molto mite o temperata sciroccale, oltre che a stabilizzarsi per più giorni, in questo caso fino all’8, facendo rimescolare poca aria e consentendo il ristagno di agenti inquinanti o PM10 nei bassi strati. Tutto ciò si può notare dalle prime due mappe sottostanti o rappresentanti modelli fisico-matematici la cui fonte già specificata. Mentre i restanti tre grafici inquadrano i trend o gli andamenti degli ultimi dati riguardanti gli indici tele-connettivi, in particolare la AO (Arctic Oscillation) e la NAO (Northern Atlantic Oscillation). I due indici potrebbero seguire valori negativi che hanno intrapreso fin da Gennaio 2021 ad oggi, fatta eccezione per la NAO che percorrerà una strada su valori neutri, ossia né positivi né negativi. Le variazioni della pressione atmosferica troposferica artica e nord-atlantica tra il negativo e neutro farebbe presagire una seconda decade di Febbraio 2021 più fredda e perturbata rispetto a questo inizio mese ove si avvertirà un assaggio primaverile con quel cenno di instabilità e momento soleggiato di una rondine che non fa Primavera. Faremo un’analisi più dettagliata nei prossimi aggiornamenti. Intanto godiamoci la Primavera anticipata prima di ripiombare in un lobo di un Vortice Polare più debole rispetto all’anno passato. Altre irruzioni d’aria fredda che, nonostante la distanza di tempo, le ipotesi secondo statistica e indici tele-connettivi, non potrebbero lasciare smentire. Ne riparleremo.


Fonte immagine principale dell’editoriale meteo: www.bergamonews.it/2018/12/21/linverno-inizia-col-cielo-si-schiarisce-le-temperature-allinsu/298655/amp/

Grazie e al prossimo aggiornamento di analisi meteo.

rc

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.