Meteo. Sull’incendio che brucia la flora aquilana in aiuto arriva anche un acquazzone


Meteo. Dal radar doppler/girovaghi.it ci consoliamo vedere come un rovescio di pioggia anche temporalesco stia risultando fortunatamente recalcitrante sulla città de L’Aquila, ma che nelle prossime ore seguirà il vortice di bassa pressione ricolmo d’aria fresca verso il Sud Italia. Non sempre, infatti, i fattori meteorologici peggiorano la situazione di un incendio, come ad esempio con il vento che sposta le fiamme allargando l’incendio e bruciando più combustibile o vegetazione circostante, il quale contribuisce attraverso un aumento dell’ossigeno in grado di ingrossare le fiamme. I fattori meteorologici, a volte, come in questo caso, possono anche giovare allo spegnimento dell’incendio, già favorito dalle autorità competenti, ossia dalla Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco. La grande quantità di acqua piovana scaturente dalla perturbazione atlantica di queste ultime ore, infatti, potrebbe rivelarsi salvifica per altre quantità di ettari di vegetazione e non solo, anche per la fauna stessa. A questo punto non resta che sperare che tutto finisca, ossia che l’incendio venga totalmente spento, anche con il contributo naturale, ossia della pioggia, oltre che quello umano. Grazie Giove Pluvio!

Fonte immagine radar doppler: Protezione Civile/Girovaghi.it

rc


Fonte immagine dell’articolo meteo: https://it.sputniknews.com/mondo/201808026318598-lettonia-incendi-boschivi-pioggia/

Commenti Facebook

About Riccardo Cicchetti

Riccardo Cicchetti
Riccardo Cicchetti è nato ad Avezzano il 24/06/1994 e si appassiona di giornalismo e di Meteorologia. Ha iniziato il suo percorso all’Università degli Studi dell’Aquila e si è laureato in Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi. A partire da Maggio 2016 ha avviato la sua collaborazione con il quotidiano online Ilfaro24 come giornalista meteorologico principiante e divulgatore scientifico.