Monte Morrone, domani arriva l’esercito. 130 ettari di terreno bruciato


130 ettari di terreno completamente distrutti, danni immensi a piante, animali e alla biodiversità della zona. Il Monte Morrone brucia da domenica per colpa di uno o più piromani che hanno deciso di far vivere nell’inferno gli abitanti della Valle Peligna. E non è solo il fuoco a provocare danni ma anche il fumo che da due giorni circonda i centri abitati e rende l’aria irrespirabile. Le operazioni di spegnimento proseguono ma a fatica e domani dovrebbe arrivare in Abruzzo l’esercito. A chiederne l’intervento è stato il vicesindaco del Comune di Sulmona, Mariella Iommi, che ha spiegato al Centro: “C’è ancora una situazione di massima allerta e abbiamo richiesto l’intervento dell’esercito e il potenziamento dei mezzi di soccorso atti allo spegnimento del fuoco che sta distruggendo il nostro Morrone”.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24