OVIDIANA SULMONA, COSÌ NON VA: BRUTTA PRESTAZIONE E SCONFITTA COL RIVER CHIETI PER 2-1


RIVER CHIETI 65: Napoli, Sacco, De Marco, Scariti, Conversano, Di Carlo (33′ st Colangelo), Cocci (45′ st Di Pasquale), Ciarfella, Bassi (36′ st Della Valle), Nannarone (40′ st Di Renzo), Rombini (45′ st Giampietro). A disposizione Carducci, Farina, Iervese, Bulferi. Allenatore Paolo D’Ercole.

OVIDIANA SULMONA: Meo, Federico (33′ st Del Prete), Di Bacco, Lorenzetti (33′ st Vuolo), Tosti, Del Conte, Bianchi, Morelli, Cuccurullo E., Coletti (27′ st Elezi), De Vincentis (1′ st Aquilio). A disposizione Moroni, Presutti, Cuccurullo A., Biancone. Allenatore Cesidio Del Beato.

Arbitro: Benedetta Bologna (Vasto). Assistenti Francesco Di Marte e Giada Di Carlantonio (Teramo).

Marcatori: 15′ st Rombini (RC), 24′ st su rigore Bassi (RC), 42′ st Tosti (OS).

Il River Chieti torna al successo e condanna l’Ovidiana Sulmona ad una sconfitta che peggiora la situazione. La gara è stata decisa da due episodi dubbi a favore dei teatini ma poco conta se i tifosi giunti da Sulmona hanno dovuto assistere ad una brutta prestazione della squadra. I sulmonesi sono privi di Badji squalificato e Shala indisponibile mentre nei padroni di casa manca per squalifica il bomber Davide Antignani. Si parte agli ordini di Benedetta Bologna della sezione di Vasto. Al 2′ punizione di Cuccurullo ed in area Bianchi manca lo stacco di testa. Sul capovolgimento di fronte si fa vedere De Marco ed all’8′ si rende pericoloso Ciarfella. Al 18′ Rombini scatta sul filo del fuorigioco e prova a superare Meo con un pallonetto. In campo esiste solo il River Chieti ed i peligni non si vedono mai seriamente nell’area avversaria ed anzi alla mezz’ora devono ringraziare Alfredo Meo che salva il punteggio opponendosi alla conclusione in area di Bassi. Al 45′ esatto prima del duplice fischio conclude dalla distanza Coletti per quel che può essere considerato già un tiro della disperazione perché se il buon giorno si vede dal mattino non c’è verso per migliorare. La partita dell’Ovidiana Sulmona nella ripresa peggiorerà per alcuni episodi. Del Beato al posto di De Vincentis inserisce Bruno Aquilio, tornato a disposizione dopo essersi riavvicinato a Sulmona con il lavoro. All’11’ il River Chieti sfiora il vantaggio con un’azione in velocità, viene servito Bassi che dalla sinistra manda in mezzo ma Cocci a due passi dalla linea di porta e con Meo battuto non riesce a correggere in rete. Un minuto dopo si alza qualche protesta dei teatini che lamentano un mani in area dei sulmonesi. Il punteggio cambia al quarto d’ora. Punizione dalla sinistra per il River, calcia Nannarone e nella mischia in area prova ad essere decisivo Rombini con Meo che para ma per Benedetta Bologna di Vasto la palla ha varcato la linea di porta. Resta il dubbio sulla decisione del direttore di gara ed Alfredo Meo cerca di far capire che non si tratta di gol ma viene ammonito per proteste. I chietini passano così in vantaggio ed al 20′ si vedono negare un rigore che sembra netto per fallo di Del Conte su Bassi. Successivamente si fa vedere ancora Bassi ma Meo devia in corner. Al 24′ ancora l’estremo difensore ovidiano si oppone prima a Rombini e poi a Bassi ma dopo la seconda respinta Benedetta Bologna giudica volontario un mani di Lorenzetti creando scalpore per aver concesso questo rigore e non quello di prima sul numero 9. Alla battuta trasforma Bassi per il 2-0 del River Chieti. Al 27′ c’è la prima iniziativa del Sulmona con una punizione di Tosti parata da Napoli. Sull’altro fronte ci prova dalla distanza Nannarone. Al 42′ l’Ovidiana Sulmona riesce ad accorciare le distanze sfruttando, dopo una punizione di Morelli, un tiro in area di capitan Tosti. Si riapre il match ed in pieno recupero la squadra di Del Beato va vicina anche al pari con un calcio di punizione di Morelli. Troppo poco per il Sulmona che per tutta la partita ci ha provato solo su palle inattive mentre sono state zero totale le azioni limpide ed alla fine il saluto tra i giocatori e gli ultras viene sostituito dalle contestazioni dei tifosi per una sconfitta accompagnata da una pessima prestazione. A vincere è stata la migliore organizzazione del River Chieti.     

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24