PESCINA, IL SINDACO IULIANELLA RICEVE I PRIMI MAGGIORENNI DEL XXI SECOLO


Questa mattina, sabato 7 luglio 2018, presso la Sala Consiliare del Comune di Pescina, il Sindaco Stefano Iulianella ha ricevuto i ragazzi e le ragazze della Classe 2000 che quest’anno compiono diciotto anni.
Dopo un primo caloroso benvenuto rivolto non solo ai ragazzi, ma anche ai genitori che con grande commozione hanno partecipato a questo momento così importante per la vita dei loro figli, il Sindaco si è subito congratulato con i neo-diciottenni per il comportamento esemplare tenuto in occasione della serata di ieri, venerdi 6 luglio, serata di apertura dei festeggiamenti. Infatti i ragazzi, dopo aver addobbato la Piazza del Comune, hanno provveduto a raccogliere tutti i rifiuti, gesto esemplare questo e di grande maturità… e Pescina questa mattina si è svegliata tra nomi colorati e leggeri palloncini verdi!
Il Sindaco innanzitutto si è rivolto ai ragazzi ricordando che quello dei diciotto anni è un traguardo importante che segna l’ingresso nella società da giovani adulti e a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, ha dedicato loro una bellissima frase “Non abbiate Paura di avere il Coraggio! ”, frase di un grande Papa, Giovanni Paolo II, uomo di profondo spirito e dal cuore immenso. Il Sindaco ha anche spiegato l’origine della parola coraggio, aggettivo derivante dalla parola composta cŏr, cŏrdis ’cuore’ e dal verbo habere ‘avere’: avere cuore. Il coraggio è una virtù umana, ha ricordato, e non significa solo essere impavidi di fronte al pericolo, ma avere appunto cuore, preoccuparsi degli altri e vivere con altruismo nella Comunità.
Poi, prima di salutare i neo – diciottenni e lasciarli agli altri festeggiamenti della giornata il Sindaco ha consegnato loro una copia della Costituzione, scritta anche da due pescinesi: l’Onorevole Alfredo Proia ed Ignazio Silone e citando proprio quest’ultimo egli ha apostrofato “Il destino è un invenzione della gente fiacca e rassegnata” egli ha augurato ai ragazzi di non nascondersi dietro la scusa di un destino avverso o crudele, di lottare per i propri sogni, di lottare per ciò che si ritiene giusto, di impegnarsi, di affrontare le proprie paure ed essere disposti a superare i propri limiti, misurandosi con se stessi e con il Mondo.
Infine è stata ricordata anche l’importanza della parola ‘gratitudine’, il più bello e nobile dei sentimenti, ad avviso del Sindaco,che ha ribadito che dire ‘grazie, quando occorre , è sintomo di umiltà, rispetto ed integrità morale.
Proprio sulla scia di queste parole i ragazzi, in coro, hanno pronunciato un sonoro ‘grazie’ rivolto ai loro genitori per tutti i valori e per tutti gli insegnamenti che gli hanno impartito, insegnamenti e valori che hanno contribuito a renderli ricchi d’animo e che li hanno resi i fieri diciottenni di oggi!

Serena Circenzi

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24