POWERCROP, M5S: “LA REGIONE ABRUZZO RITIRI LA FIRMA”


Il M5S ha chiesto il ritiro della firma il 9 aprile 2015 facendo approvare all’unanimità dal Consiglio Regionale, con grande impegno e sforzo, una risoluzione che impegnava la Giunta a recedere dall’accordo di riconversione del settore degli zuccherifici dismessi che permetterebbe la realizzazione dell’impianto. Ad oggi, il mancato ritiro della firma ha permesso all’iter di proseguire con il rischio che tra ricorsi, valutazioni tecniche e cavilli burocratici, l’inceneritore venga realizzato.

Oggi, in Consiglio Regionale, il Movimento 5 Stelle chiede alla Giunta D’Alfonso perché non ha ancora ritirato la firma dall’accordo che permetterebbe di realizzare l’inceneritore Power Crop nella piana agricola del Fucino.
“Fare buona Politica è più semplice di quello che si possa immaginare: la Regione Abruzzo ritiri la firma o dica chiaramente ai cittadini abruzzesi che vuole gli inceneritori” sostengono i pentastellati abruzzesi.

L’inceneritore PowerCrop è un impianto dalle dimensioni devastanti per l’economia locale fatta di agricoltura e turismo. Ogni anno, l’inceneritore:

  • brucerà 270.000 TONNELLATE DI LEGNA, pari ad una superficie boscata grande più di 3 volte la adiacente Riserva del Salviano. Il Corpo Forestale dello Stato ha detto chiaramente che tutta questa legna non è disponibile sul territorio. Se la legna non basta, cosa brucerà? La centrale a biomasse sarà trasformata in inceneritore di rifiuti come già accaduto a Pozzilli (Isernia)?
  • consumerà 1 MILIONE DI METRI CUBI D’ACQUA, pari al consumo di circa 20.000 persone, cioé mezza città di Avezzano, sottraendola all’agricoltura e restituendola inquinata nei canali dedicati all’irrigazione;
  • immetterà 1.620 MILIONI DI METRI CUBI DI FUMO E POLVERI nell’aria della conca del Fucino pari a circa 63.000 caminetti domestici accesi 365 giorni l’anno.

Le iniziative promosse dal M5S:

  • Martedì 22 marzo, il Movimento 5 Stelle rivolgerà alla Giunta D’Alfonso una interpellanza sul mancato ritiro della firma;
  • Mercoledì 23 marzo, rappresentanti del M5S si recheranno al TAR per l’udienza fissata in seguito al ricorso della Power Crop contro la Regione Abruzzo;
  • Martedì 29 marzo, con l’aiuto di esponenti del M5S del Molise, racconteremo ai cittadini abruzzesi la storia della centrale a biomasse di Pozzilli (Isernia) trasformata in inceneritore di rifiuti;
  • Giovedì 31 marzo, il M5S manifesterà davanti alla sede della Regione Abruzzo di via Passo Lanciano, a Pescara, in occasione della Conferenza di Servizi per il rilascio della Autorizzazione Unica all’impianto.
Immancabile l’iniziativa social:
“METTITI IN MOVIMENTO PER FERMARE LA POWERCROP:
  1. CAMBIA SUBITO LA COPERTINA DEL TUO PROFILO FACEBOOK
    L’immagine puoi scaricarla qui
  2. SCATTA UN SELFIE con il cartello della campagna e pubblicalo con gli hashtag #NoPowerCrop #AbruzzoRitiraLaFirma
    Il cartello puoi scaricarlo qui
  3. CONDIVIDI I POST della pagina Facebook del Movimento 5 Stelle Abruzzo
    Collegati a www.facebook.com/Movimento5StelleAbruzzo
  4. TUTTI I MATERIALI DELLA CAMPAGNA se vuoi scaricare i singoli materiali della campagna
    il post lo trovi qui“.

Da: movimento5stelleabruzzo.it 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24