RISSA SUL LUNGOMARE DI PESCARA: ARRESTATI DUE CITTADINI STRANIERI E DENUNCIATO UN MINORENNE GIÀ GRAVATO DA DASPO WILLY


Stamattina, poco dopo le ore 7.00, è stata segnalata al “113” una rissa tra diverse persone sul tratto di arenile antistante il largo della Madonnina, a Pescara.

Le Volanti arrivate immediatamente sul posto hanno trovato un gruppo di ragazzi e tra di loro, in particolare, un giovane sporco di sangue sul viso, con delle lesioni sia sul capo che sulle mani che richiamando la loro attenzione, raccontava di essere stato malmenato da due uomini extracomunitari.

Gli stessi venivano indicati agli agenti dallo stesso minore e da alcune persone che avevano assistito alla lite violenta mentre si allontanavano in direzione nord camminando sulla battigia.

Dopo poco, il personale delle Volanti riusciva a raggiungere i due uomini che, nel tentativo di eludere il controllo, durante la fuga si tuffavano in mare ma senza esito, in quanto, sollecitati dagli agenti decidevano di ad uscire dall’acqua. Gli agenti notavano che sia i due uomini e sia il minore presentavano diverse escoriazioni alle mani, riconducibili alla colluttazione avvenuta poco prima.

Si tratta di due cittadini di origine marocchina, in Italia senza fissa dimora, uno dei quali con diversi precedenti di polizia, che al momento del controllo apparivano anche in evidente stato di ubriachezza.

Il minorenne ha continuato a sostenere di essere stato aggredito dai due stranieri mentre stava passeggiando sull’arenile, in compagnia di alcune amiche ed al culmine della lite i due extracomunitari lo avrebbero anche colpito con una bottiglia sulla testa. D’altro canto anche il ragazzo minorenne aveva delle vistose escoriazioni sulle nocche delle mani, a riprova di un suo coinvolgimento diretto alla mischia con volontà reciproca di attentare all’altrui incolumità.

In Questura, il ragazzo minorenne accusava un malore e veniva accompagnato al pronto soccorso per gli accertamenti.

I due cittadini stranieri sono stati arrestati per rissa aggravata e si trovano attualmente nelle camere di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto prevista per domani mattina.

Per il ragazzo minorenne è scattata una denuncia a piede libero per lo stesso reato ed è stato affidato alla madre.

Inoltre, è emerso che lo stesso risulta destinatario della misura di prevenzione del divieto di accesso ai locali pubblici (Daspo Willy) insistenti sul lungomare Matteotti, sul lungomare C. Colombo e sul lungomare Papa Giovanni XXIII valido, tuttavia, nelle giornate del venerdì, sabato e domenica emesso dal Questore di Pescara Luigi Liguori nello scorso mese di giugno.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24